Premio Combat Prize

Tinna Pimentel - Premio Combat Prize

OPERA IN CONCORSO | Sezione Fotografia

 | REDENZIONE

REDENZIONE
fotografia digital, fotografia color s/ hahnem
80x120

Tinna Pimentel

nato/a a Salvador
residenza di lavoro/studio: Salvador, BRAZIL


iscritto/a dal 04 apr 2019


visualizzazioni: 296

SHARE THIS

Altre opere

 | REDENZIONE

REDENZIONE
fotografia digital, fotografia b/n s/ hahnem
80x120

 | REDENZIONE

REDENZIONE
fotografia digital, fotografia b/n s/ hahnem
80x120

 | REDENZIONE

REDENZIONE
fotografia digital, fotografia en hahnem
80x120

Descrizione Opera / Biografia


OPERA: REDENZIONE
Trentinara e Assisi (Italia), Igatu (Brasile), El Bruc (Spagna).
Artisti: Tinna Pimentel & Mili Genestreti
Tinna Pimentel - Salvador - Bahia - Brasile
tinnapimentel@gmail.com
(+55) 71 - 99641-5959
Formazione:
Architettura: Facoltà di Architettura e Urbanistica dell’UFBA - 1978
Arti plastiche: Scuola di Belle Arti di Bahia (EBA) - UFBA - 1989
Post-laurea: Master in Arti visive - EBA - UFBA - 2008
Master in Arti visive presso PPGV - EBA - UFBA (2008). Artista multimediale, ricercatrice in Poesia Visiva con esperimenti pratico/concettuali in linguaggi diversi, utilizza l’ibridazione tra fotografia, video, installazione e oggetto, prendendo come riferimento il tessuto urbano. Ha partecipato a diversi saloni d’arte e Biennali, ricevendo dalla Fondazione Culturale dello Stato di Bahia - FUNCEB - il premio Matilde Matos, per il lavoro Eikon (2008). Ha tenuto mostre personali e collettive in varie città del Brasile (Salvador, Aracaju, Porto Seguro, Brasilia), Italia (Assisi), Angola (Luanda), Spagna (Valencia), Messico, Bolivia, Uruguay e Argentina.
Mili Genestreti - Salvador - Bahia - Brasile
miligenestreti@gmail.com
(+55) 71 - 99985-6544
Formazione:
Arti Plastiche: Scuola di Belle Arti - EBA - UFBA
Post-laurea: Master in Arti visive - EBA - UFBA
Master in Arti visive, presso la Scuola di Belle Arti dell’Università Federale di Bahia, é alla ricerca di interventi in spazi culturali, avendo come punto d’osservazione l’azione del tempo-memoria inerente agli spazi. Lavora con pittura, oggetti, video e installazioni. Ha partecipato a diverse mostre individuali e collettive in spazi culturali, quali: Conjunto Cultural da Caixa, ACBEU, Museo Carlos Costa Pinto, EBEC, Alliance Française (Salvador), Caja de Arte (Buenos Aires), Palazzo dei Priori, Libriliberi, Sala del Circolo (Italia), Galeria arte e memória (Chapada Diamantina - Brasile).
PRESENTAZIONE
REDENZIONE è stato concepito dalle esperienze vissute nella città di Assisi (Italia), nel corso di una residenza artistica nel maggio 2015, per poi passare, nel 2016 nella città di Igatu (Chapada Diamantina, Bahia - Brasile), e ancora durante la residenza artistica di Can Serrat in El Bruc (Spagna), e nel maggio 2018, nella città di Trentinara (Italia). La genesi di questo progetto si è basata sull’indagine del rapporto che l’uomo contemporaneo possiede con lo spazio urbano in cui vive e la sua coscienza. L’immersione in luoghi diversi con culture differenziate ci ha portato a percepire che nonostante le differenze nella loro essenza, in sostanza, l’uomo condivide le stesse angosce ed inquietudini. Quest’analisi, in linea con la ricerca poetica, esplora la possibilità di una costruzione artistica utilizzando le immagini catturate e trasformandole in racconti visivi, come: oggetti, fotografie, installazioni e video.
Questo progetto è giustificato dalla sua peculiare natura d’interiorità (si identifica con l’obiettivo di espansione della coscienza) e condivide il trascendere, il moltiplicarsi, la ricerca del pensiero, l’immaginazione e il cuore dell’altro. Consideriamo che l’arte abbia il potere di catturare le parti più sigillate della vita e di restituirle con una voce nuova, semplice. La marca di un percorso che viene dall’interno verso l’esterno, portando possibilità di cambiamento e reinterpretazione dei sentimenti. Sono stati scelti luoghi significativi, dotati di spiritualità, fisicità e segni del tempo.