icon-ititaicon-enengicon-dedeuicon-frfraicon-esesp

FaceBookTwitterOpere Bookmark and ShareAddThis

OPERA IN CONCORSO  Sezione Pittura

LUCIA DI BLASI | S. URLATORE
vedi ad alta risoluzione

S. URLATORE
cera di candele, tovagliolo di carta
30 x 40

LUCIA DI BLASI

nato/a a: CATANIA

residenza di lavoro/studio: MASCALUCIA (CATANIA) (ITALIA)

iscritto/a dal 15 apr 2013

Altre opere

LUCIA DI BLASI | SACRO SOGNO

vedi ad alta risoluzione

SACRO SOGNO
cera di candele, tovagliolo di carta
30 x 40

LUCIA DI BLASI | S.DUCHESSA DE ALBA

vedi ad alta risoluzione

S.DUCHESSA DE ALBA
cera di candele, tovagliolo di carta
30 x 40

LUCIA DI BLASI | S. GIOCONDA

vedi ad alta risoluzione

S. GIOCONDA
cera di candele, tovagliolo di carta
30 x 40

Descrizione Opera / Biografia


NOTE SULL’OPERA
Quest’opera si inserisce nella serie “FILICONIA VINTAGE”, dal greco Filos (amante) ed eicon (immagine); progetto rivolto alla realizzazione di “santini”, ossia rielaborazioni delle antiche immaginette sacre.
Tutti almeno una volta nella nostra vita abbiamo tenuto fra le mani un santino, abbiamo “parlato, pianto, gioito con lui…”. Esso è stato per diverse generazioni l’amico, il confidente…. sempre disponibile in ogni tempo e in ogni luogo.
Questa serie di santini, nello specifico, rielabora dei capolavori della storia dell’arte sempre presenti nel nostro vissuto storico e li sacralizza come tali.
Da qui anche l’insolita scelta di materiali poveri ma ricchi di energia, forieri di una personale forma d’arte, in cui un semplice tovagliolo di carta sostituisce la tela, e delle candele di cera colorate disciolte dal fuoco sostituiscono i classici colori, prendendo nuova forma e sostanza.
BIOGRAFIA
Mi chiamo Lucia Di Blasi ho 40 anni vivo e lavoro a Catania e se l’architetto è la mia professione, la pittura è la mia grande passione.
L’amore per l’arte, coniugato ad una buona manualità artistica mi ha sempre accompagnata, attraverso una continua ricerca di stili e sperimentazioni rivolte ad un unico obiettivo: “ Non si vede bene che con il cuore, l’essenziale è invisibile agli occhi”.