icon-ititaicon-enengicon-dedeuicon-frfraicon-esesp

FaceBookTwitterOpere Bookmark and ShareAddThis

OPERA IN CONCORSO  Sezione Video

Kyrahm e Julius Kaiser | Human Installation I: Obsolescenza del Genere
vedi ad alta risoluzione

Human Installation I: Obsolescenza del Genere
video, proiezione
3:34

Kyrahm e Julius Kaiser

nato/a a: Roma

residenza di lavoro/studio: Roma (ITALIA)

iscritto/a dal 08 feb 2013

sito web: http://www.humaninstallations.…

Altre opere

Kyrahm e Julius Kaiser | Making Peace With The Wind

vedi ad alta risoluzione

Making Peace With The Wind
video, proiezione
03:56

Kyrahm e Julius Kaiser | Trittico - Human Installations II III I

vedi ad alta risoluzione

Trittico - Human Installations II III I
video, proiezone
8:40

Kyrahm e Julius Kaiser | Human Installation IV: the Jeweler

vedi ad alta risoluzione

Human Installation IV: the Jeweler
video, proiezione
07:00

Descrizione Opera / Biografia


"Human Installation I: Obsolescenza del Genere"
Il corpo nudo e l'io, la maschera e lo stereotipo. Una fila di corpi nudi avanza lentamente. Il sesso biologico come pelle, maschio, femmina. Il genere come senso del sè, uomo, donna. Percorso, attraversamento, transizione. Ogni soggetto, una storia. Cambiare sesso è doloroso come la nascita. Le maschere d’oro sul volto non nascondono le identità: come son riconoscibili le sfumature del genere. Solitaria subentra una creatura di sesso femminile. Accarezza i corpi uno per uno. Il travaglio è faticoso, la carne materia da modellare. Il rito della vestizione tra fasce contenitive, pantaloni, giacca e cravatta è il ritorno all’opposto. Per un transessuale cambiare sesso non è diventare, ma tornare uomo. Non è più necessario indossare la maschera: l’io è rivelato.
Nell’azione Julius Kaiser, drag king, effettua la trasformazione da donna a uomo sulla scena. L'opera parla di fluidità dei generi, di transizione e autodeterminazione.
Performance selezionata tra le 30 più belle del mondo negli USA, presentata al Werkstatt der Kulturen di Berlino e vincitrice con altre 3 su oltre 300 da tutto il mondo la sezione performance del Premio Arte Laguna 2009.
Esposta nel novembre 2012 nella versione video presso il MACRO Museo d'arte Contemporaea di Roma.
Kyrahm e Julius Kaiser sono artiste operanti nel settore della Performance Art. Sono state portavoce di un messaggio contro la discriminazione e la violenza di genere. Diversi storici dell'arte indicano la coppia artistica come una delle nuove proposte della body art contemporanea. KYRAHM è artista concettuale, videoartista, body artist e performer . Elabora performance dal forte impatto emotivo. JULIUS KAISER e' videomaker, drag king e performance artist. La sua ricerca artistica ha origine nell'ambito della sperimentazione che indaga i ruoli sociali di genere proponendo una visione fluida degli stessi coerentemente con le teorie filosofiche Queer. Lavora anche come videomaker realizzando videoclip e documentari, organizza workshop.
“Kyrahm e Julius Kaiser sono il Capitano Achab della nuova frontiera corporea, trans/oceanica dell'esistenza, capaci di fermare e ri-creare il mondo, là dove il sacrificio diventa poesia verso l'essere umano che s'offre (per scelta) e soffre (suo malgrado)”. (Marco Fioramanti, curatore e artista NightItalia 2010).
"Kyrahm e Julius Kaiser: il corpo mutante del ventunesimo secolo" (Lorenzo Canova, storico dell'arte e critico - 2012)."Kyrahm e Julius Kaiser sono tra i nuovi rappresentanti della body art contemporanea" (Vitaldo Conte, insegnante dell'accademia di belle Arti di Roma, storico - Pulsional Gender Art - 2012).
Premi e menzioni:
2008: tra le 30 migliori performance del mondo - Manifestazione IDKE - Columbus, Ohio, Usa
2009:Premio Arte Laguna sezione sperimentale performance - Venezia, Italia
2010: winner on-line vote Celeste Prize International - New York, USA – 2012: miglior documentario - Corto Acquario International - Roma, Italia Menzione Speciale Premio Chiara Baldassari - Vecchiano, Italia.
2013: vincitori Premio Adrenalina sezione Body Art
Performance Art – Videoperformance - Opera
Human Installation 0: Chrysalis” : rinchiusa in un bozzolo per 30ore in una piazza di Roma, custodita per i bisogni primari dalla sua vera madre con collegamento web 24 ore su 24, Kyrahm ha inaugurato il Festival di performance Mut-azioni Profane, da lei ideato scritto e curato con Julius Kaiser. Dopo le 30 ore Kyrahm esce dal bozzolo per iniziare Human Installation II: Life Cycle, sulle fasi della vita. In scena un neonato di 18 giorni e soggetti anziani che mostrano i loro vecchi corpi. Chrysalis e' stata selezionata anche per la Biennale di Ferrara 2010 e presso il Museo MACRO di Roma, è l'opera vincitrice del Premio Adrenalina 2013. L'azione ha avuto notevole interesse mediatico e numerosi servizi tra cui anche Repubblica hanno dedicato spazio all'evento. Hanno creato quindi un canale d'arte indipendente piuttosto seguito online. HUMAN INSTALLATIONS WEB TV e' un canale dedicato ai nuovi linguaggi di sperimentazione corporea, performance art, body art e live art ma anche all'arte tradizionale d'avanguardia, stimolando il coinvolgimento dell'utenza che può interagire mediante il canale in real time. "Attraverso il livestreaming cerchiamo un'interazione tra spazio pubblico e privato, un'estensione dell'hic et nunc, l'interdisciplinarieta' dei linguaggi della comunicazione." ".
"Human Installation III :Sacrifice” tra body art estrema e iconografia cristiana. Durante l'azione avviene una vera crocifissione con la tecnica della sospensione e Kyrahm piange sangue. L'opera e' stata ispirata da "il Vangelo secondo Gesu'"di Jose' Saramago.
La performance "Human Installation IV: il gioiellere" e' stata presentata all'evento collaterale della Biennale di Venezia 2009 Blue Wedding con Annie Sprinkle e Beth Stephens a cura di Jota Castro e commissionata dall'Algology Research per il Festival delle Arti presso il Castello Estense di Ferrara. L’opera è un manifesto contro la Violenza alle Donne.
. La performance "Human Installation VIII: Techno Amniotic-Fetus' Storm" unisce i principi della cimatica, la tecnologia e la body art. Nell'azione una donna incinta, e' collegata con un doppler a supporti tecnologici che trasformano gli stimoli provenienti dal feto e dal liquido amniotico in luci, colori, ambient effect: e' il bambino nella pancia a modificare l'ambiente circostante, a disegnare con la luce.Natura nella cultura per “Lasciatemi con i pulcini”. Il teatro invaso da pulcini e la loro schiusa per poi essere successivamente liberati.
Nel progetto in divenire Making Peace With The Wind, Kyrahm trasforma a il proprio volto con della soluzione salina e sottopone il proprio corpo ad una ferrea disciplina.
Alla coppia sono stati dedicati diversi film e documentari, tra cui "Mio sovversivo amore" (2009 - di Valentina Pedicini) "Donne" (2008 di Francesca Fini). Hanno partecipato a progetti cinematografici come "Somewhere in the Blue"( 2011 di Marta Alessio), l'"Arca" la prima videoperformance in 3d di Marco Fioramanti regia Mauro John Capece L’opera parla di dismorfofobia.
La collezione e opera EX CORPORE e' stata realizzata con gli oggetti originali provenienti dalle performance di performer con i quali han collaborato come Ron Athey, Cuco Suarez, Franko B, Annie Sprinkle, STELARC. Il lavoro e' documentato nel film "Kyrahm Cries Blood" di Julius Kaiser e l'incontro con body artist in tutto il mondo.
Le loro performance sono anche nella versione di prodotti di videoarte, preziosi disegni a matita, tempere e oli.
Artisti dell'evento e rivista NIGHTITALIA a cura di Marco Fioramanti e Anton Perich (Collaboratore di Andy Warhol).
Eventi
Hanno creato Extreme Gender Art, progetto che promuove le arti performative creando eventi sulla performance art.
Tra cui: Mut-Azioni Body Performance Art Festival 2009; Corpo è Mio 2010 Female Extreme Body Art, 2010-2011; Mut-azioni Humane e Pensiero - International Performance Art Festival 2012.
Kyrahm e Julius Kaiser sono artisti facenti del progetto artistico itinerante Electronic Art Cafe' (EAC), a cura di Umberto Scrocca e Achille Bonito Oliva, che consiste in eventi e mostre realizzate da artisti delle avanguardie internazionali. Di Kyrahm e Julius Kaiser hanno parlato numerosi media, stampa e tv.
Partecipazioni più significative:
Werkstaddt der Kulturen – Berlino 2008 Idke – Columbus USA 2008Premio Internazionale Arte Laguna – Venezia 2009Blue Wedding – evento collaterale della Biennale di Venezia 2009Idkex – Tucson, Arizona USA 2009Il filo d’Arianna, ArteFieraOFF – Bologna e Narni 2009Celeste Prize International – New York 2010Biennale d’Arte – Ferrara 2010EAC a cura di Umberto Scrocca e Achille Bonito Oliva – Roma 2010 - 2012Generatech – Valencia, Spagna 2011Museo di Nocciano – Corpo Festival di Arti Performative – Pescara 2011
Untouchable a cura di Franko B – Londra 2012– Roma 2012Festival Internazionale delle Arti Castello Estense – Ferrara 2012Museo Manzù – Woyzeck con Cercle – Ardea 2012Plastiche Rivista, conferenza su chirurgia, body art, identità - Roma e Bologna 2012
Hanno esposto al Macro Pelanda Museo d’ Arte Contemporanea Roma i video delle loro performance e performato.
Selezionati per il prossimo Performance Art Week di Venezia 2014, uno degli eventi più significativi nell'ambito della Performance Art in Italia e nel mondo, a cui han preso parte artisti del calibro di Yoko Ono e Hermann Nitsch.