icon-ititaicon-enengicon-dedeuicon-frfraicon-esesp

FaceBookTwitterOpere Bookmark and ShareAddThis

OPERA IN CONCORSO  Sezione Fotografia

Agnese Sbaffi | La foresta nella notte
vedi ad alta risoluzione

La foresta nella notte
fotografia digitale, pvc
130x90

Agnese Sbaffi

nato/a a: Roma

residenza di lavoro/studio: Roma (ITALIA)

iscritto/a dal 25 mar 2013

sito web: http://www.flickr.com/photos/b…

Descrizione Opera / Biografia


Libertà da chi o da cosa. Nel labirinto che conduce alla propria indipendenza si dipana un groviglio fitto di imposizioni.La foresta nella notte non è spaventosa nella forza o nel valore estetico di una natura inconsapevole e credule, non è il buio né la pioggia, o l’ignota posizione dell’osservatore. Mostruoso è il manufatto umano, l’intreccio industriale del destino controllato, da tutti e anche da sé. Una coscienza incapace di sé, una briglia legata da mani precise nell’azione ma inadeguate a sviluppare un’intenzione.Il mostro è l’umanità generatrice di quella libertà obbligatoria che ironicamente è la più grande schiavitù: la necessità di senso.Il rischio è di trovarlo nella sua stessa assenza“Ci ho pensato, ma non serve pensare a qualcosa di cui non si sa nulla” (D. Barnes, La Foresta Nella Notte, 1983)