icon-ititaicon-enengicon-dedeuicon-frfraicon-esesp

FaceBookTwitterOpere Bookmark and ShareAddThis

OPERA IN CONCORSO  Sezione Video

PATRIZIA PANTANO | omicidio joe petrosino
vedi ad alta risoluzione

omicidio joe petrosino
video, avi
6:00

PATRIZIA PANTANO

nato/a a PALERMO

residenza di lavoro/studio: PALERMO (ITALIA)

iscritto/a dal 17 gen 2014

http://fratellanzasolidarietaonlus.jimdo.com/

Descrizione Opera / Biografia


Ricostruzione commemorativa,della morte di JOE PETROSINO.
Cast Artistico e Tecnico a partecipazione gratuita e solidaristica al progetto.
Premio con Medaglia di rappresentanza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
_________________________________
Scrive LAURA NOBILE del quotidiano la Repubblica
http://palermo.repubblica.it/cronaca/2011/03/13/foto/ciak_si_gira_il_delitto_di_joe_petrosino_nel_luogo_esatto_dove_avvenne-13543595/1/Un set per ricordare gli omicidi ”eccellenti”, ricostruiti di volta in volta nei luoghi e nei giorni in cui sono stati realmente commessi.
Un ciclo di riprese che diventeranno un docufilm per il cinema. È il progetto ”Legalità e ricostruzioni storiche”. Ieri sera in piazza Marina a Palermo il primo ciak dedicato all’omicidio del poliziotto italoamericano Joe Petrosino, proprio nel luogo in cui avvenne il delitto, la sera del 12 marzo 1909. La scena è stata girata in piano sequenza, come avverrà per tutte le altre ricostruzioni.
La sceneggiatura e la regia sono di Max Crivello.
Nella ricostruzione Petrosino esce dall’Hotel de France e dopo aver imbucato una lettera per la moglie, viene avvicinato da due sicari, che esplodono i primi tre colpi di pistola alle spalle.
A dargli l’ultimo colpo, arriva Vito Cascio Ferro, considerato il nemico numero uno del poliziotto fin da quando era a New York. ”
È vero, sicari e mandanti non furono mai individuati con certezza e Cascio Ferro fu pure assolto - dice Crivello - ma qui abbiamo tratto spunto dall’immaginario popolare e da una serie di stralci giudiziari ”.Nel cast Roberto Pepoli interpreta Joe Petrosino, Tony Magno Paleggiati è Vito Cascio Ferro, Joe Carrè (alias Giuseppe La Grassa) veste i panni dell’ispettore di polizia, Dario Veca è un maresciallo e Michele Seidita il marinaio che trovò materialmente il cadavere e avvertì la polizia.
Promosso dall’Unione popolare contro le mafie (che produce anche il film) insieme con la onlus ”Fratellanza e solidarietà”, il progetto ha come scopo sociale il sostegno di artisti disagiati e diversamente abili.
Il calendario di massima dei prossimi set prevede la ricostruzione degli omicidi di Mauro De Mauro (a settembre), poi di Mario Francese, del generale Dalla Chiesa, di Rocco Chinnici, fino alle stragi di Capaci e di via D’Amelio.
______________________________
La sottoscritta Patrizia Pantano, dichiaro che nel caso fortunato questo filmato, risultante di un lavoro di ricerca artistica di gruppo realizzato per commemorare il primo Eroe moderno vittima delle mafie, verrà classificato meritevole di attenzione, e con la speranza di tutto il gruppo di volontari, meriterà un riconoscimento e/o un premio espresso anche in denaro, questo verrà utilizzato dell’ Ente che presiedo F.S. ONLUS in opere umanitarie e solidaristiche
IN FEDE
Patrizia Pantano