icon-ititaicon-enengicon-dedeuicon-frfraicon-esesp

FaceBookTwitterOpere Bookmark and ShareAddThis

OPERA IN CONCORSO  Sezione Video

Oreste Baccolini | E ha piombo dentro la canna, 2011
vedi ad alta risoluzione

E ha piombo dentro la canna, 2011
video, proiezione hd, sonoro stereo
7:04

Oreste Baccolini

nato/a a Grizzana Morandi (BO)

residenza di lavoro/studio: Valsamoggia (ITALIA)

iscritto/a dal 20 apr 2014

http://www.orestebaccolini.com

Altre opere

Oreste Baccolini | Dafne, 2011

vedi ad alta risoluzione

Dafne, 2011
video, still da video,stampa lambda su dibond e plexiglass
39.5x70 cm

Descrizione Opera / Biografia


Il video è una rivisitazione in chiave contemporanea del mito di Apollo e Dafne, narrato da Ovidio. Fin da subito viene restituita la tensione generata dalla reciproca corsa dei protagonisti, “come quando un cane gallico ha scorto una lepre in campo aperto, e correndo cerca la preda, che cerca di salvarsi – le sta addosso e spera di afferrarla da un momento all’altro, col muso proteso è addosso alle sue tracce”. Poi preda e predatore sbucano con nuove sembianze, meno realistiche, proiettando lo spettatore in una dimensione onirica, a volte comica, nella quale è facile scorgere citazioni agli episodi animati di “Tom e Jerry”, “Gatto Silvestro e Titti” oppure “Wile Coyote e Beep Beep”. Dal mito classico, in cui il predatore si consola baciando i rami dell’alloro in cui Dafne si è trasformata, si assiste a uno scarto finale, nel quale la preda si sporca le mani con un omicidio, non si accontenta di essere scampata alla tentata violenza, ma consuma la sua vendetta decollando il temuto predatore. (Estratto dalla presentazione di Luca Panaro)
Oreste Baccolini (Grizzana Morandi, 1964). Dal 2000, dopo il diploma in pittura all’Accademia di Belle Arti di Bologna, il suo lavoro si concentra sull’utilizzo di vari linguaggi quali pittura, disegno, installazione, fotografia, video e tubo al neon. Fanno parte del lessico della propria ricerca il grande numero di informazioni visive che il mondo reale o i media immettono nel nostro orizzonte quotidiano, le quali diventano pretesto di un’incessante riformulazione e traslazione percettiva.
Principali mostre personali:2012, Carta bianca, Bazzano (BO) a cura di Stefano Massari 2012, Sporting club Sassuolo (MO), a cura di Betta Frigeri 2006, Paggeria Arte di Betta Frigeri, Sassuolo (Mo); 2003, Avion Blu, Modena;2001, Palazzo Ducale, Pavullo (MO);2000, Passaggi 2000, Galleria Civica, Modena, a cura di Ornella Corradini
Principali mostre collettive:2013, RezArtePremioTricolore, sezione fotografia, KM129, Reggio Emilia 2012, Premio Francesco Fabbri, sezione fotografia, villa Brandolini, Pieve di Soligo (TV)2012, Amichevolmente, Betta Frigeri Arte Contemporanea, Modena 2011, E ha piombo dentro la canna, Palazzo dei Pio, Carpi (Mo) a cura di Luca Panaro 2011, Works on paper, Arts Space Beijing;2010, Le bandiere della fortuna, Festival della filosofia, Carpi (Mo) a cura di Luca Panaro e Betta Frigeri;Works on paper, Broadway Gallery, New York;2009, Works on paper, NY Arts Venice Pavillion;2008, Tempo vuoto, Progetto “Hanging Around”, Chiesa di S. Paolo, Modena;2007, Paggeria Arte di Betta Frigeri, Sassuolo (Mo);2006, Cinque, Rocca dei Bentivoglio, Bazzano (Bo);2005, arteingiro, Betta Frigeri, Sassuolo;2004, Riparte, Betta Frigeri, Genova;2003, Condizioni critiche, Festival provinciale dell’Unità, Modena a cura di Silvia Ferrari; 2002, Io click. L’autoritratto fotografico nelle Accademie europee, Galleria Sagittaria, Pordenone/ Spazio A. Paraggi, Treviso a cura di Guido Cecere e Maurizio Giuffredi;Transit, giovani artisti tra Linz e Modena, Museo nordico, Linz ( Austria);2001, Eurart, Mostra internazionale di arte digitale, Gorizia; Itinerari della memoria, Galleria S. Salvatore, Modena;2000 Portes Ouvertes, La Génie de la Bastille, Parigi;Arteincontemporanea, Modena, (premio CME);On-Off, Modena;Triangolazione giovani artisti, Fondazione Bevilacqua La Masa, Venezia e Accademia Carrara di Bergamo e Galleria Civica, Palazzina dei Giardini, Modena;1998, L’Accademia in stazione, Stazione centrale, Bologna a cura di Roberto Daolio e Mili Romano; Galleria La Cuba d’oro, Roma
Pubblicazioni:2007, Non di sola arte, Fondazione Giovanni Agnelli;2001, Private n. 21, Self-portrait