icon-ititaicon-enengicon-dedeuicon-frfraicon-esesp

FaceBookTwitterOpere Bookmark and ShareAddThis

OPERA IN CONCORSO  Sezione Grafica

Giuliana Natali | Buddha
vedi ad alta risoluzione

Buddha
carta giapponese, traforata
51 x 37

Giuliana Natali

nato/a a CASTEL D’ARIO (MANTOVA)

residenza di lavoro/studio: PORTO MANTOVANO (ITALIA)

iscritto/a dal 06 feb 2014

http://www.giuliananatali.com

Altre opere

Giuliana Natali | Installazione di Buddha 2013

vedi ad alta risoluzione

Installazione di Buddha 2013


Giuliana Natali | Salamandre (installazione)

vedi ad alta risoluzione

Salamandre (installazione)
carta traforata,

Giuliana Natali | Tavoli

vedi ad alta risoluzione

Tavoli
carta intrecciata e tavolini di ferro,
190x100x100

Descrizione Opera / Biografia


Giuliana Natali nasce a Castel d’Ario (Mantova) nel 1951.
Esordisce nel 1986 partecipando a Figure dallo sfondo. Magma 10 anni dopo, una mostra curata da Romana Loda, Palazzo dei Diamanti, Ferrara. Due anni dopo è fra le artiste di A più voci, collettiva promossa dal Centro di Cultura Einaudi di Mantova e Auscultando la terra, a cura di Ezio Francesco Grisanti, parco di Valletta Belfiore, Mantova.
Nel 1989 Calice della seduzione inaugura alla Galleria Diecidue di Milano, la prima personale. Nel marzo dello stesso anno allestisce la seconda personale Ossimori, al Centro di Cultura Einaudi di Mantova. Dopo Juliet ten Years alla Diecidue Arte e Planetaria, del 1990, l’anno successivo l’artista entra in relazione con Arte Struktura di Milano: Partecipa alla rassegna L’Arte costruisce l’Europa e ad altre rassegne internazionali MADI. Nel 1994 espone allo Studio B2 di Genova, con una personale Itinerari di un viaggio senza meta con testo in catalogo di Marisa Vescovo e un dialogo tra l’artista e Renata Casarin. Nello stesso anno partecipa alla rassegna patafisica Chandelle verte, con due performances VOTA ARTE insieme all’artista tedesco Hans-Hermann T., e successivamente alla collettiva Baj e Company, a Lerici e a Nizza, Galleria Sapone.
Numerose le partecipazioni a collettive negli anni successivi, dal 1993 al 2005, tra queste Officina Artistica Mantovana, a cura di D. Negrini e C. Bertazzoni, Casa del Mantegna; Tra terra e cielo, evento musicale e artistico dedicato a Monteverdi, Palazzo Ducale di Mantova; Molto Diligenti Osservazioni a cura di Emma Zanella, Civica Galleria d’Arte Moderna di Gallarate; rassegna MADI in Francia; ConSentire, a cura di Carlo Micheli, ex chiesa di Santa Paola, Mantova; Forum Artis Museum,Incontro e scontri alle soglie del 3° Millennio con presentazione in catalogo di Pierre Restany; Art Toll Labor, Colonia; Poesia, Mito, Utopia, Biennale di arte e poesia, Alessandria; Sculpt!, Museo d’Arte Moderna di Gazoldo degli Ippoliti; Eventi e Venti, rassegna patafisica, Pomponesco; Arte a Mantova, a cura di Claudio Cerritelli; Patafluens, rassegna patafisica, Casalmaggiore; Altre-Menti, Museo d’Arte Moderna di Gazoldo degli Ippoliti; Kunst-Projekt-Natur, Passo dello Spluga; Arte sull’acqua, a cura di D.Negrini e L.Salvagni; Intuizioni, a cura di Carlo Micheli, Ponti sul Mincio.
Tra il 2007 e il 2010 presenta quattro personali: Forme, Museo d’Arte Moderna di Gazoldo degli Ippoliti; Figurazioni, Galleria 2E di Suzzara, La forma e il suo divenire, Biblioteca I.I.S. “A. Lunari”, Brescia, Vacuità, Tinelli di Palazzo Te, Mantova.
Nel 2010 partecipa alla collettiva ARS OPUS APERTUM, a cura di Carlo Micheli, Castiglione delle Stiviere. Partecipa ai concorsi per l’ideazione e la realizzazione di opere pubbliche site specific, indette dall’Ente Autostrada del Brennero e dal Comune di Laveno Montello.
Nel 2011 vince il Concorso di idee indetto dall’ente Autostrada del Brennero per la realizzazione di un’opera destinata alla rotatoria di Mantova Nord, che sarà realizzata nel 2012; Nello stesso anno fa parte di Arte a Mantova - 2000/2010, a cura di Claudio Cerritelli, Casa del Mantegna, Mantova; partecipa inoltre a: Se so cos’è può diventare arte, Palazzo Ducale, Mantova, Mantova creativa, evento di arte, architettura e design; MAT/tam 6, il Cubo, Mantova, a cura di Annarosa Buttarelli e Lucio Pozzi, Arte sull’acqua, 8^ Edizione, a cura di D.Negrini e L. Salvagni, Book in the Box, a cura di A. Gandini, Sacrestia della SS. Trinità, Archivio di Stato, Mantova.
Nel Settembre 2011 inaugura la personale Le stazioni della mente, Scuderie di Palazzo Moroni, Padova. Nel 2012 partecipa a “Convergenze mantovane – 4 artisti a confronto”, a cura di Paola Cortese, Museo Oddi Ricci, Piacenza e alla mostra “Identità femminili dell’arte contemporanea a Mantova”, “MU.VI” di Viadana, a cura di R. Pedrazzoli, resti di R. Casarin e D. Negrini. Aderisce a varie iniziative per la raccolta di fondi finalizzati al restauro di opere pubbliche di area mantovana e modenese, danneggiate dal terremoto, tra queste “L’Arte non trema”, mostra itinerante a cura di Ingrid Mair.
Nel 2013 partecipa alla collettiva “Pop Art Contemporary”, a cura di Barbara Ghisi, galleria ArteArte di Mantova; è presente ad Arte Fiera di Genova; partecipa al Premio Rose’s “Di rosa…in Rosa”, Roseto di Roma capitale, a cura di Laura Lucibello, con segnalazione dell’opera presentata;
partecipa inoltre a Mantova Creativa 2013, a cura di Giulia Santi; alla Rassegna Biennale d’Arte Contemporanea “La voce del corpo”, Osnago, a cura di Vittorio Comi e Bruno Freddi; alla rassegna “Appendere…ad Arte”, in occasione della Giornata del Contemporaneo, Biblioteca Rispoli, Roma, a cura di Laura Lucibello. Sempre in occasione della Giornata del Contemporaneo partecipa con Studio Aperto, a cura di A.M.A.C.I. ed inaugura il giorno successivo, 6 Ottobre, la personale “Le Stanze della seta”, Villa Balladoro di Povegliano Veronese, con presentazione di Renata Casarin e Carlo Micheli.
Sempre nel 2013 partecipa alla rassegna “L’Arte della Poesia: Alberto Cappi e gli artisti”, MU.VI” di Viadana, a cura di Roberto Pedrazzoli e alla mostra d’Arte “Diritto dell’uomo” nell’ambito del ciclo di incontri sul tema “Il mondo che cambia”, Sala delle colonne del Kennedy Center Europe, Complesso “Le Murate”, Firenze, a cura di Valerio Giovannini e Giorgio Burdese.
E’ presente alla Fiera Internazionale Art Shopping di Parigi, nelle sale del Carrousel du Louvre, Palazzo del Louvre di Parigi e alla Fiera d’Arte contemporanea di Padova. Partecipa inoltre al Premio Internazionale Arte Laguna di Venezia.