icon-ititaicon-enengicon-dedeuicon-frfraicon-esesp

FaceBookTwitterOpere Bookmark and ShareAddThis

OPERA IN CONCORSO  Sezione Video

Eleonora-Andrea Beddini-Nevi | ”My brother was an aviator”
vedi ad alta risoluzione

”My brother was an aviator”
video, file full hd 1920 x 1080
02:38

Eleonora-Andrea Beddini-Nevi

nato/a a

residenza di lavoro/studio: Foligno (PG) (ITALIA)

iscritto/a dal 17 apr 2014

Under 35

http://vimeo.com/andreanevi

Altre opere

Eleonora-Andrea Beddini-Nevi | ”Everything collapses and disintegrates around me”

vedi ad alta risoluzione

”Everything collapses and disintegrates around me”
video, file full hd
02:41

Eleonora-Andrea Beddini-Nevi | ”Hesperia”

vedi ad alta risoluzione

”Hesperia”
video, 2 file full hd
15:18

Eleonora-Andrea Beddini-Nevi | ”The top floor: Aurora Mardiganian, Anne Frank and the others”

vedi ad alta risoluzione

”The top floor: Aurora Mardiganian, Anne Frank and the others”
video, dvd video
08:46

Descrizione Opera / Biografia


Descrizione opera:
L’idea del video ”My brother was an aviator” nasce dalla visione del film ”Olympia” di Leni Riefenstahl (1938) e dei filmati che documentano i bombardamenti aerei sull’Europa durante la Seconda Guerra Mondiale.
Nel 1936 la regista tedesca filma le Olimpiadi di Berlino che Adolf Hitler intendeva trasformare in una potente arma di propaganda per magnificare il Terzo Reich. L’opera cinematografica che ne deriva celebra mirabilmente la grandiosità della manifestazione e la forza, la bellezza e la potenza degli atleti. Solo pochi anni dopo, il conflitto mondiale esplode: forza e potenza non sono più del corpo, martoriato, ma attributi militari e la bellezza si trasforma in ferocia, distruzione, orrore.
Il materiale visivo è stato rielaborato in modo tale da far coesistere e interagire alcune inquadrature dei maratoneti con altre delle esplosioni causate dai bombardamenti. La corsa degli atleti diventa in tal modo non più aspirazione al traguardo e al podio, ma fuga sfiancante da una minaccia. Il suono, anch’esso manipolazione di materiale d’archivio e ricomposizione, rende ancora più eloquente la ferocia delle immagini, raccontando la potenza enfatica e ambivalente di quelle emozioni fino a sfociare nell’intensità drammaticità della “Passione secondo Matteo” del compositore tedesco Johann Sebastian Bach.
Il video si propone come riflessione sul potere e sulla propaganda.
Il titolo, ”My brother was an aviator”, è una citazione tratta dalla poesia ”Mio fratello aviatore” di Bertolt Brecht.
Nota: Il video prosegue una ricerca sui linguaggi e sul ruolo del potere e della propaganda iniziata con il video “Tutto cade e si disfa intorno a me” (2011) (vimeo.com/66999794)
Andrea Nevi & Eleonora Beddini
Biografia
Andrea Nevi (Foligno, 1985) è psicologo e filmmaker. Eleonora Beddini (Foligno 1983) è pianista e compositrice.
Le loro prime collaborazioni risalgono al periodo tra il 2006 e il 2010, con la regia e la realizzazione delle relative colonne sonore di alcuni cortometraggi tra cui ”The Hiccup”, che ha ricevuto premi in alcuni festival italiani tra cui il Festival del Cinema Patologico a Roma (Miglior regia) e l’Umbria Film Festival 2011 a Montone (Miglior cortometraggio) ed è stato selezionato per l’Italian Contemporary Film Festival 2013 a Toronto, Canada.
Tra il 2010 e il 2013 Nevi realizza alcuni videoclip per brani scritti o arrangiati da Eleonora Beddini e interpretati con il suo Duo Mama’s gan; tra questi il video per il brano ”Carry That Weight”, vincitore della menzione speciale ”Miglior film italiano” al IV International Super8 Film Festival (Milano) e selezionato per 2013 Flicker-The Official Film Selection (Cambridge, UK), e di video installazioni.
La prima video installazione realizzata in collaborazione è ”Tutto cade e si disfa intorno a me” (2011), inclusa nelle mostre collettive “Italia-Israele: I sensi del Mediterraneo” (Hangar Bicocca, Milano, 3-22 maggio 2011; Villa Durazzo, Santa Margherita Ligure, 3 giugno - 31 luglio 2011; Centro Culturale Enav, Tel Aviv-Giaffa, Israele 16 dicembre 2011 - 5 gennaio 2012), ”Ricordo dei Bambini di Terezin” (Museo Ebraico di Genova, Genova, 25 gennaio – 14 marzo 2013), ”A Virtual Memorial Vilnius 2013” (Jewish Culture & Information Center, Vilnius, Lituania, 23 settembre - 27 ottobre; Kedainiai Regional Museum, Kedainiai, Lituania, 2 ottobre - 29 ottobre, 2013), ”A Virtual Memorial Warsaw 2013” (Museum of the History of Polish Jews, Varsavia, Polonia, 25 ottobre – 31 ottobre, 2013), ”A Virtual Memorial Milan 2014 - I colori della Memoria”( [BOX] Gallery - Visual Container, Milano, 27-28-29 gennaio, 2014) e selezionata per il Danube Videoart Festival, Stadtkino Grein, Grein, Austria, 18 ottobre - 20 ottobre, 2013)
Nel 2012 realizzano due nuove video installazioni: ”The top floor: Aurora Mardiganian, Anne Frank and the others” inclusa nelle mostre collettive ”Remote Sensing” (Armenian Center for Contemporary Experimental Art, Yerevan, Armenia, 12 giugno – 30 giugno 2012) e ”Golden Ghetto Award” (Hostaria del Ghetto, Venezia, 19 maggio - 29 maggio 2013) e ”Hesperia” , inclusa nella mostra collettiva “Venti per una. 20 regioni per 1 Italia, 20 artisti per 1 mostra” (Castiglia di Saluzzo, Saluzzo, 25 marzo - 20 maggio 2012; MACLA-Museo de Arte Contemporáneo Latino Americano, La Plata, Argentina, 26 ottobre - 18 novembre 2012; Espacio Cultural MUMU-Museo de las Mujeres, Córdoba, Argentina, 29 novembre 2012 - 2 marzo 2013; Centro Cultural Borges, Buenos Aires, Argentina, 7 marzo - 14 aprile 2013; Espacio de Arte Contemporáneo, Montevideo, Uruguay, 23 maggio - 4 agosto 2013; 5° Biennale di Arte Contemporanea di Mosca, Zurab Tsereteli Art Gallery, Mosca, Russia, 27 settembre - 20 ottobre 2013; Klovićevi Dvori Gallery, Zagabria, Croazia, 19 febbraio - 30 marzo 2014).
Nel 2013 realizzano la video installazione ”My brother was an aviator” presentata in anteprima il 15 dicembre 2013 a Reggio Calabria nell’ambito di ”Confini - Festival Internazionale Arti Visive del Mediterraneo”, con la direzione artistica della curatrice Martina Corgnati.