icon-ititaicon-enengicon-dedeuicon-frfraicon-esesp

FaceBookTwitterOpere Bookmark and ShareAddThis

OPERA IN CONCORSO  Sezione Fotografia

Carlo D’Orta | HongKong 1
vedi ad alta risoluzione

HongKong 1
fotografia digitale, plexiglass e alluminio
120x81

Carlo D’Orta

nato/a a Firenze

residenza di lavoro/studio: Roma (ITALIA)

iscritto/a dal 24 apr 2014

http://www.carlodortaarte.it

Altre opere

Carlo D’Orta | Shanghai 22

vedi ad alta risoluzione

Shanghai 22
fotografia digitale, plexiglass e alluminio
100x91

Carlo D’Orta | Hong Kong 12

vedi ad alta risoluzione

Hong Kong 12
fotografia digitale, plexiglass e alluminio
100x80

Carlo D’Orta | HonhKong 10

vedi ad alta risoluzione

HonhKong 10
fotografia digitale, plexiglass e alluminio
100x65

Descrizione Opera / Biografia


Le fotografie proposte appartengono al mio progetto Biocities China.Biocities è un lavoro attorno agli aspetti odierni della vita architettonica, nel ciclo produttivo della città funzionale, sulla pelle dei nuovi materiali e dei volumi a basso impatto inquinante. Gli scatti evitano i campi troppo lunghi, il realismo esplicito, l’immediatezza del raffronto. Al contrario, le immagini ampliano la natura del dettaglio, infondendo autonomia ai particolari raccontati. L’occhio pensa per modulazioni che sono tipiche di una certa pittura, fatta di asciuttezza del tratto, sintesi geometrica, vibrazioni del colore. Il soggetto tende all’astrazione, ma questo è solo un prologo d’avviamento, un vettore che in realtà sta raccontando i circuiti elettronici, le sinapsi, le planimetrie da una visione aerea. La città come texture, le pelli architettoniche come biologie ad alta irrorazione “sanguigna”, le superfici modulari come Genoma urbanistico. Volumi (architettura) e visuale piatta (pittura) come poli su cui scorre il binario dolce di una fotografia minuziosa, la cui prospettiva parte dal reale per comprimerlo nella bidimensionalità necessaria. Carlo D’Orta – BiografiaCarlo D’Orta (Firenze 1955). Giurista e manager pubblico, coltiva da oltre 40 anni la passione per la fotografia e la pittura. Dal 2003 al 2010 frequenta corsi avanzati di pittura nell’ambito della Rome University of Fine Arts (RUFA)-Libera Accademia di Belle Arti di Roma e si dedica allo studio dell’arte contemporanea. La sua visione fotografica subisce di conseguenza una completa trasformazione. Abbandona l’approccio documentario e cerca scatti tendenti verso l’astrazione, oppure venati da una visione metafisica e surrealista. Si concentra su architettura e paesaggio, basando la propria ricerca sulla deformazione dei soggetti prodotta da riflessi e sulla de-contestualizzazione dei particolari. La particolare sensibilità cromatica – frutto evidente anche del percorso formativo – dà spesso alle sue fotografie una forte caratterizzazione pittorica, che talvolta valorizza anche con interventi post-produzione. Nell’ultimo biennio la ricerca conosce ulteriori forti evoluzioni. Sfruttando particolari prospettive di scatto e la compressione prospettica dello zoom, trasforma paesaggi di architettura contemporanea in geometrie astratte nelle quali profondità e tridimensionalità spesso svaniscono del tutto. Ma poi, usando i frammenti geometrici che compongono queste fotografie, realizza installazioni nelle quali recupera, ma reintepretandola, la tridimensionalità del luogo architettonico originario. Dalla tridimensionalità architettonica alla bidimensionalità di una fotografia astratta geometrica, per tornare poi di nuovo alla tridimensionalità dell’installazione: questo è il circuito concettuale della nuova ricerca, nella quale si possono forse cogliere reminiscenze di Kazimir Malevic, Piet Mondrian, Mark Rothko e Peter Halley.Galleria di riferimento: Romberg Arte Contemporanea (Latina, Italia) - www.romberg.it Selected Solo Shows2013 - Selva Gardena (BZ, Italy) – City Hall Exhibition centre Tublà da Nives – Tublà da Nives Association – Visual Absolute – curated by Valerio Dehò and Italo Bergantini2013 – Spoleto (Italy, PG) – Contemporary Art Museum “Palazzo Collicola” – Biology of the Inorganic – curated by Gianluca Marziani2012 – Roma – Studio Transit Architecture, in cooperation with Romberg Contemporary Art – (Un)real city (together with Claudio De Micheli) – curated by Italo Bergantini and Alessandro Trabucco2012 - Stuttgart (Germany) – F75 Gallery – Spiegelungen – curated by Wilfried Dechau2011 – Berlin - Italian Institute of Culture – Architectural Rhythms – curated byKatharina Hausel2011 – Milan – Spazio Oberdan (Milan Province Exhibition Centre) – Parallel abstractionisms (together with Danilo Susi) – curated by Valerio Dehò2010 – Stuttgart (Germany) – Architektenkammer Baden Württemberg – ArchitecturalRhythms– curated by Wilfried DechauSelected collettive Expositions2013 - Paris – Cutlog Art Fair 2013, Atelieur Richelieu - Stand Romberg Contemporary Art - Biology of the Inorganic2012 – Venise (Italy) – Palazzo della Misericordia – Murano Glass Prize Final Exibition – curated by Abate Zanetti Glass High School2010 - New York - The Invisible Dog Art Center - Celeste Prize 2010 Final Exhibition Selected Awards2014 – SaatchiArt.com – Shortlisted in “Inspired by Mondrian” Collection – (March 4)2013 – Le Journal de la Photographie, Portfolio du week end (June 8) – Shortlisted by the New York gallerist and art dealer Howard Greenberg2012 - Sony World Photo Award 2012 – Sony World Photo Organisation –Shortlisted in “Professional Conceptual Photography” category2012 – Murano Glass Prize 2012 – Abate Zanetti Glass High School (Venise) – Winneras photo-designer in “Vetrofusione” category2012 – Combat Prize 2012 – Blob Art Cultural Association - Finalist2010 - Celeste Prize 2010 - Celeste Cultural Association – On line vote Winner (thiswork was the most voted among over 1800 artworks in the competition; it was chosen in spring 2011 by the director of US movie “Arbitrage” (with R. Gere and S. Sarandon) to be used in some interior scenes).2009 – Mondadori Art Prize 2009 – FinalistCatalogues 2013 - Biology of the Inorganic – curated by Italo Bergantini - with reviews by GianlucaMarziani and Valerio Dehò and an interview by Gaia Conti - Romberg Editions - pp. 1142010 – Architektural Rhytms/Architektonische Rhythmen – curated by Floriana Tondinelli with reviews by Valerio Dehò and Floriana Tondinelli – pp. 1412010 – Parallel Abstractionism – togheter with Danilo Susi – con testi critici di Loris Schermi e Giorgio Giovanetti – pp. 80