OPERA IN CONCORSO | Sezione Pittura

 | L’infinito

L’infinito
acrilico, tela
50x150 cm

Valeria Giordano

nato/a a Padova
residenza di lavoro/studio: Piazzola Sul Brenta, ITALIA


iscritto/a dal 20 apr 2020


visualizzazioni: 119

SHARE THIS

Descrizione Opera / Biografia


Come si fa a impedire alla tecnica di non fare ciò che può e quanto le è consentito?
È lecito conoscere tutto quello si può conoscere e fare tutto quello che si può fare?
Le leggi della Natura non possono essere violate e la natura stessa non dovrebbe essere posta al servizio dell’uomo, se non nel rispetto delle sue leggi.
Oggi la tecnica (o la tecnologia?) è in grado di modificare la Natura. Il potere dell’uomo sulla Natura non è più come era una volta, me è quasi completamente nullo. La Natura, però, al tempo stesso, non è più inalterabile o immutabile perché è anche, in ogni suo aspetto, manipolabile e modificabile dall’intervento tecnico.
Così, l’etica diventa pat-etica. La mia ricerca parte come indagine del quotidiano: il colore è la dimensione del secolo in cui viviamo, la figura è solo un pretesto per indagare il colore e le emozioni suscitate dalle immagini che possono sembrare conosciute o riconoscibili.