OPERA IN CONCORSO | Sezione Pittura

 | LEX ITALICA ed. LUCREZIA BORGIA (cod: LILB17 - 2020)

LEX ITALICA ed. LUCREZIA BORGIA (cod: LILB17 - 2020)
pittoscultura, polietilene tereftalato, resine, malte, vernici ad acqua. sculpture-painting, polyethylene terephthalate, resins, mortars, water-based varnish, tele; cornice in legno. canavans, wood frame.
84 x 116 x 28 cm

STEFANIA VICHI

nato/a a Umbertide (PG) ITALY
residenza di lavoro/studio: Città Di Castello, ITALIA


iscritto/a dal 30 mag 2020


Under 35

https://www.stefaniavichi.com/


visualizzazioni: 175

SHARE THIS

Altre opere

 | LEX ITALICA ed. MEDICI (LILM1/2018)

LEX ITALICA ed. MEDICI (LILM1/2018)
pittoscultura, polietilene tereftalato, resine, malte, vernici ad acqua. sculpture-painting, polyethylene terephthalate, resins, mortars, water-based varnish, tele; cornice in legno. canavans, wood frame.
175 cm x 120 cm

 | dettaglio dell’opera a concorso durante ARTEGENOVA 2020 (LEX ITALICA LILB17/2020)

dettaglio dell’opera a concorso durante ARTEGENOVA 2020 (LEX ITALICA LILB17/2020)


 | PROGETTO FOTOGRAFICO CON LEX ITALICA ED. LUCREZIA BORGIA (opera in foto: LILB1)

PROGETTO FOTOGRAFICO CON LEX ITALICA ED. LUCREZIA BORGIA (opera in foto: LILB1)


Descrizione Opera / Biografia


SERIE “LEX ITALICA ed. LUCREZIA BORGIA”
Questa è una delle opere di pittoscultura che richiamano l’arte barocca, e le loro forme prima di divenire granitiche, vengono plasmate per la maggior parte con tessuti, attraverso un vero e proprio processo sartoriale, conservando quel senso di flusso continuo e viscerale che esplode infrangendo anche i margini della tela, bypassando i confini delimitativi della cornice. Il loro movimento è studiato e ponderato, denotando la riconoscibilità dell’opera.
Un “nuovo barocco”che richiama ricchi virtuosismi scultorei contorcendo le forme e catturando la mente dello spettatore per donare un’immagine di inusuale e movimentata bellezza.
In questa produzione due sono gli echos impulso.
Il primo è il richiamo alla “ciclicità della storia” di machiavellica memoria: la storia si erge a maestra di vita, poiché ”Tutti li tempi tornano, li uomini sono sempre li medesimi” (Niccolò Machiavelli). I tempi mutano, ma il sistema sotteso è il medesimo; così l’uomo, pur adattandosi al suo tempo è sempre dotato di quei vizi e virtù che lo porteranno a ragionare con i medesimi impulsi umani. Si deve pertanto conoscere la storia per ragionare con il vantaggio di un esempio di esperienza, senza incorrere in errori banali. In tale visione non vi è una netta frattura tra il mondo degli antichi e quello dei moderni: dalla lezione della storia si ricavano leggi generali di esperienza, come tali non infallibili, ma che possono orientare saggie valutazioni. Ecco perchè il richiamo nel titolo a personaggi storici che hanno segnato la storia italiana, dal quale possiamo ricavare spunti e moniti nel contemporaneo.
Il secondo è la necessaria bellezza dell’opera, arma precipua dell’arte. L’arte deve essere protagonista indiscussa in prima linea di ogni tempo, attraverso la potenza della bellezza. Tale qualità, proiettata nel coevo, non è certo refuso puramente estetico: è anzi “bellezza mutevole”. È luci ed ombre; ferita e cura, dispetto, insegnamento; mite, travolgente; soave, irruenta... Rimane il fatto che di qualsivoglia colore sia tinta e in qualsiasi modo essa sia descritta, la “Bellezza” non è mai ignorata. Ecco la sua potenza, la sua incontenibile forza che diventa arma dell’arte. La bellezza diventa sollecitazione dell’uomo, veicolo di ascesa, stimolo di crescita, punto di riflessione. All’opera successivamente viene legato un progetto fotografico, per rendere le stesse parte di una storia, a volte onirica e senza trama, a volte riferita a passaggi storici dai quali trarre insegnamento.
BIO: nata nel 1986 a Città di Castello (Umbria) in Italia, laureata in Giurisprudenza presso la Facoltà di Perugia; diplomata in danza classica presso la Royal Academy of Dance di Londra; votata da sempre all’arte. Ecco la sua sintesi biografica. Negli ultimi anni ha lasciato fluire la sua vera natura. Impossibile porre freni al magma creativo interno. Più entrava nell’ordinarietà della vita di Avvocato, più il suo estro gridava. Segnali probabilmente innati e dal 2015 non più ignorati. L’ordinarietà dunque è stata scatenante, senza averla provata non avrebbe mai decifrato cosa la rendesse viva.
EXHIBITIONS 2019-2020:
Gallery “la Chimera (Arezzo; Florence – ITALY); Guicciardini’s Palace (Florence, ITALY); Collaterale ARTEFIERA (Bologna, ITALY); Castel dell’Ovo – Naples, whit Modigliani’s Foundation, MOOVART (Naples - ITALY); Arthill Gallery-Londra, (LONDON, – G.B.); Riba North-Liverpool, National Architecture Centre, whit Modigliani’s Foundation, MOOVART (Liverpool – G.B.); Finalist of ROMART 2019 - International Biennial of Art and Culture (November 2019 - Rome, Stadio Domiziano, ITALY); Finalist whit special mention in UMBRIART 2019 (November 2019 – Terni, ITALY); ARTE GENOVA, Market Exhibition of Modern and Contemporary Art (February 2020-Genoa – ITALY); MUSEO ZEFFIRELLI FIRENZE- “MOOVART CO-EXPO FIRENZE 2020” whit Modigliani’s Foundation (March 2020 - Florence, ITALY); ART HUB whit the partecipation of one big art-work at Architetto Fabrizio Milesi Atelier (Gubbio, PG, ITALY); ART HUB in Colonni&Partners srl whit Architetto Jury Favilli (Città di Castello, PG, ITALY) ; Art exhibition at ”MOOVART CO-EXPO FIRENZE 2020” whit Modigliani’s Foundation (March 2020 - Florence, Zeffirelli’s Palace ITALY); Selected at the virtual exhibit INTERNATIONAL BIENNIAL OF THE TYRRHENIAN ”THE FUTURE IS” (February 2020); Selected and inside the catalog of the online gallery ”Envision Arts” whit the virtual exhibit titled ”Black + White III”.