Premio Combat Prize

So_Ve - Premio Combat Prize

OPERA IN CONCORSO | Sezione Scultura/Installazione

 | Save the Earth       (opera interattiva)

Save the Earth (opera interattiva)
polimaterico acrilici/smalti, polistirolo/base legno
sfera diametro cm50 altezza cm55

So_Ve

nato/a a Vibo Valentia
residenza di lavoro/studio: Roma, ITALIA


iscritto/a dal 04 mag 2019

http://www.soniavecchio.it


visualizzazioni: 135

SHARE THIS

Altre opere

 | Save The Earth 2 Sonia Vecchio

Save The Earth 2 Sonia Vecchio


 | Save The Earth 3 Sonia Vecchio

Save The Earth 3 Sonia Vecchio


 | Sinergie Lunari

Sinergie Lunari
polimaterico acrilico/smalto, tela
diametro cm70

Descrizione Opera / Biografia


€"Save the Earth” rappresenta la nostra Terra che senza la tutela delle risorse ambientali rischia di decadere, ingrigirsi, sgretolarsi, deprimersi nello spirito e nei colori fino a morirne. L’opera è interattiva, chi osserva, infatti, potrà toccare e far girare la sfera, così da avvicinarsi oltre alla materialità in un’esperienza tattile, visiva e cinetica, al contatto ideale e diretto con il messaggio artistico, lasciandosi coinvolgere in una riflessione sostanziale dove ognuno di noi può ed è chiamato a fare qualcosa per la tutela dell’ambiente.
Sonia Vecchio nasce nel 1977 a Vibo Valentia.
Nel 2000 conseguiti gli studi in Fashion Design, presso il Marangoni Fashion School di Milano, si trasferisce a Roma dove vive e lavora nell’ambito dell’abbigliamento e dell’arte.
Dopo un periodo di acerba pittura figurativa approda a una ricerca più personale e matura di pittura polimaterica.
La sua formazione legata, dunque al mondo della moda, incide nelle sue raffinate scelte cromatiche, nelle texture innovative alla continua ricerca e costante sperimentazione tra il colore e la materia, tra la forma e il volume.
Gli elementi più disparati di uso comune vengono uniti sulla tela al colore in una nuova e amplificata possibilità espressiva, non più pittura o scultura ma un nuovo mezzo di espressione artistica.
Le sue opere, a volte interattive, assumono una solidità tridimensionale, volumetrica che crea una sinergia che coinvolge lo spettatore a toccare gli assemblage. L’osservatore diventa attivo interprete dell’opera stessa in una percezione soggettiva. (Progetto “Touch!”)
Cromie forti, metalliche in una visione astratta che si svincola dall’immagine rappresentata, ma si sposa con una crescente esigenza concettuale e simbolica. E’ da un Universo immaginario, luogo della fantasia e dell’irreale, che trae maggiormente la sua ispirazione dove protagonista assoluta è sempre e comunque la materia.
Espone costantemente a Roma in varie Gallerie ma ha esposto sia nel panorama artistico italiano:
ARTEBARI 2019 Fiera Del Levante Bari, Macro ASILO- Museo D’Arte Contemporanea Roma- Installazione progetto RiArtEco, Macro ASILO- Museo D’Arte Contemporanea Roma- Installazione progetto Plexus International, Museo MIIT Torino, Museo della Città di Rimini, Maschio Angioino e Castel dell’Ovo Napoli, “Manifesta Palermo Capitale della Cultura 2018” Palermo, Complesso dell’Annunziata Tivoli, Palazzo Tursi Genova, Siena, Viareggio, Castelli Romani, Rende,
che internazionale:
New York, Barcellona, Parigi, Istanbul.
Le sue opere sono presenti in diversi cataloghi, sulla rivista Italia Arte, sulla rivista d’arte Impossible-News, sul magazine di arte musica e spettacolo SulPalco e sul N.1-ART WOMEN del Magazine “The 7th Continent-Art” presentata a Los Angeles.