Premio Combat Prize

SEM - Premio Combat Prize

OPERA IN CONCORSO | Sezione Pittura

 | Chat

Chat
mista con acrilico, tela
60x50

SEM

nato/a a Cagliari
residenza di lavoro/studio: Selargius, ITALIA


iscritto/a dal 11 apr 2019


Under 35

https://saraelenameloni.wordpress.com/


visualizzazioni: 127

SHARE THIS

Descrizione Opera / Biografia


BIOGRAFIA
Sara Elena Meloni (SEM) nasce a Cagliari nell’anno 1988.
Nel 2007 si diploma al liceo artistico della città Natale, e inizia ad esporre i suoi lavori in piccole collettive e partecipa attivamente a diverse manifestazioni artistiche nella medesima città. Al termine del 2009 decide di iscriversi all’Accademia di Belle Arti di Sassari, al corso triennale di pittura, percorso studi concluso nel 2012.
Attualmente vive e lavora a Cagliari, principalmente come ritrattista e caricaturista. Nel corso degli anni successivi al diploma di laurea, ha continuato a sperimentare nuove tecniche, supporti e tematiche. Tra i suoi lavori si notano gli studi riguardanti l’ambiente circostante, le persone, la natura e le mezze risposte che riesce a darsi per quanto riguarda le svariate domande sulla vita che si pone.
In questi ultimi dieci anni ha partecipato a diverse collettive nella città di Cagliari, Quartu Sant’Elena, Capoterra, Selargius, Sarrari, Nuoro, Pescara, Bergamo, Roma.
Nel 2016 ha partecipato con un’incisione realizzata durante gli anni del liceo al convegno e mostra “Segni in progress, l’incisione in prospettiva” curata da M.B. Dotzo, presso la Cittadella dei Musei di Cagliari. Nello stesso anno è rientrata tra i quaranta finalisti del Premio Arte – Cairo Editore, a Milano. Nel 2017/18 ha partecipato alla collettiva dei finalisti del Concorso Internazionale La Spadarina, alla sua tredicesima edizione - L’Energia in immagini, nella città di Piacenza.
DESCRIZIONE OPERA
“Chat”, chiacchierare. L’opera rappresenta uno studio sul dialogo animale, visto sia dal punto di vista della natura, sia da un punto di vista più contemporaneo, umano e tecnologico. Se da un lato è presente un tipo di dialogo aperto, trasparente, dall’ altro risulta essere chiuso, con una direzione univoca. Vi è un confronto tra l’introversione e l’estroversione che giocano un ruolo fondamentale nei rapporti con le persone, soprattutto in questo periodo in cui tendiamo più a leggere le parole dell’altro piuttosto che ascoltarle, oppure vedere le nostre parole scritte, visualizzate dall’ altro, senza poter fissare negli occhi la persona con cui comunichiamo.