Premio Combat Prize

Roberta Cuccia - Premio Combat Prize

OPERA IN CONCORSO | Sezione Pittura

 | Scarpette rosse

Scarpette rosse
acrilico, tela
80x80

Roberta Cuccia

nato/a a Palermo
residenza di lavoro/studio: Palermo, ITALIA


iscritto/a dal 11 apr 2019


visualizzazioni: 1009

SHARE THIS

Altre opere

 | Omaggio a Don Carlo Gnocchi e alla sua Opera

Omaggio a Don Carlo Gnocchi e alla sua Opera
acrilico, tela
150x100

 | Pannello n. 13 (progetto ”Artists for via Maqueda”)

Pannello n. 13 (progetto ”Artists for via Maqueda”)
acrilico, tela
70x70

 | Cavalli in libertà

Cavalli in libertà
acrilico, tela
70x50

Descrizione Opera / Biografia


DESCRIZIONE DELL’OPERA
L’opera, di formato quadrato, raffigura frontalmente una donna nera accovacciata, scalza e abbigliata con un tutù bianco, che occupa lo spazio di rappresentazione per quasi tutta l’altezza.
La donna è assopita in un lieve sonno e sostiene dolcemente il capo con il braccio sinistro, incrociato con il braccio destro sulle ginocchia. La figura, nitidamente disegnata e plasticamente modellata, emerge dal fondo, di un incerto colore grigio-violaceo, privo di distinzione tra il piano orizzontale e quello verticale. In basso a sinistra spiccano in un angolo le scarpette da ballo abbandonate, di tonalità rosso-magenta, dipinte con pennellate grossolane, quasi fossero brandelli di carne.
Che cosa rappresenta l’opera? Non una eterea ballerina, sebbene così vestita, ma una donna reale, femminile e possente ad un tempo; una donna che ha raggiunto un’altra dimensione fisico-mentale, al riparo dalle costrizioni di chi vorrebbe farla danzare ad un tempo che non le appartiene, finalmente libera di essere se stessa, lontana da ogni bisogno di omologazione.
BIOGRAFIA
Nata a Palermo nel 1978, vive nella propria città, dove lavora come docente.
Avendo avuto sin dall’infanzia propensione per il disegno e le attività creative, ha intrapreso gli studi presso il Liceo Artistico “Eustachio Catalano” di Palermo, nella sezione di Architettura; ha continuato il proprio percorso presso la Facoltà di Architettura di Palermo, abilitandosi come Architetto. Dopo la Laurea, ha proseguito la propria formazione, approfondendo la conoscenza dell’architettura bioclimatica e della tecnologia fotovoltaica.
Negli anni 2012-2014, ha partecipato alle attività dell’associazione culturale “Il Nuovo Cenacolo” presso la Galleria del Maestro Vincenzo Vinciguerra, con sede a Palermo.
Nel 2015, con l’Associazione “Maqueda pedonale” ha preso parte al progetto “Artists for via Maqueda”, nell’ambito del quale 34 artisti hanno prodotto 50 opere le quali sono state donate all’amministrazione comunale ed esposte permanentemente presso la Sala delle Carrozze di Villa Niscemi a Palermo.
La sua opera “Omaggio a Don Carlo Gnocchi e alla sua Opera” è esposta in modo permanente presso il Centro “Bignamini” della Fondazione Don Gnocchi di Falconara Marittima (AN).
Mostre
Ha partecipato a diverse mostre collettive di pittura e manifestazioni culturali, tra cui:
• Collettiva, settembre 2012, presso Ass. Culturale e Artistica Il Nuovo Cenacolo, Palermo;
• Collettiva, marzo 2013, presso Ass. Culturale e Artistica Il Nuovo Cenacolo, Palermo;
• Collettiva “Premio di Pittura Arte d’Amare”, 8-28 giugno 2014, presso Mondadori Store, Palermo;
• Collettiva “Marenellarte”, 13-26 settembre 2014, presso Regio Arsenale Borbonico, Palermo;
• “Artisti per Rosalia 2018”, 13-15 luglio 2018, Chiesa della Santissima Trinità del Cancelliere, Palermo;
• “Kiostr@rt”, 31 agosto-2 settembre 2018, Chiostro di San Vincenzo, Carini (PA);
• “GAME OVER – Il gioco non vale la candela”, 5-7 aprile 2019, Bottega 1 dei Cantieri culturali della Zisa, Palermo.
Premi
Assegnazione del “Premio di Pittura Arte d’Amare” (premio unico e indiviso con altri due vincitori), nell’ambito dell’omonima manifestazione (sopra citata).