OPERA IN CONCORSO | Sezione Pittura

 | Emotional rust

Emotional rust
mista (acrilico, nastro gommato, nastro per imballaggi, nastro adesivo trasparente, nastro carta, collante), tela.
100x100

Raffaele Letizia

nato/a a Santa Maria Capua Vetere
residenza di lavoro/studio: LUSCIANO, ITALIA


iscritto/a dal 10 mag 2020


visualizzazioni: 534

SHARE THIS

Altre opere

 | Emotional Rust (detail)

Emotional Rust (detail)
mista, tela
100x100

 | Emotional Lines

Emotional Lines
mista, tela
70x50

 | The Grate

The Grate
mista, tela
120x80

Descrizione Opera / Biografia


”Conosco delle barche che arrugginiscono in porto
per non aver mai rischiato una vela fuori”.
(Jacques Brel)
Come l’altra opera in concorso ”Alba sul mare”, anche ”Emotional rust” fa parte delle mie ”S-Composizioni emotive”. L’ho realizzato pensando alla forza delle emozioni, paragonabile a quella di metalli resistenti, come il ferro. E’ tuttavia noto che l’esposizione prolungata all’umidità e agli agenti atmosferici provoca fenomeni di corrosione dei manufatti ferrosi, ossia quella complessa reazione elettrochimica nella quale il ferro si combina con l’ossigeno a formare ossidi di ferro, tra cui quello bruno-rossiccio comunemente noto come ruggine. Ma lo strato di ruggine è permeabile all’aria e all’acqua quindi, se non si interviene tempestivamente, il metallo continua a corrodersi fino a consumarsi completamente. In quest’opera ho voluto tradurre in immagine ciò che accade alle emozioni quando decidiamo di non utilizzarle per un lungo periodo, di esporle troppo e per troppo tempo senza un’adeguata protezione o di lasciarle incustodite ed in balia di agenti corrosivi. Ecco che i loro colori mutano, sbiadiscono, conservando solo in parte la loro originaria vividezza. Prevale quel bruno-rossiccio che invade ogni fascia emozionale, travolgendola, rendendola meno chiara, meno vigorosa, quasi irriconoscibile, vulnerabile, poco o non più utilizzabile. Tuttavia, la presenza di colori ancora in parte visibili equivale a dire che non tutto è compromesso, che è ancora possibile intervenire e recuperare l’originaria bellezza di queste fasce emozionali, facendole tornare vigorose, nitide e soprattutto fruibili. Se lo di vuole. Quest’opera rappresenta una tappa importante del mio percorso personale ed artistico, in quanto le due cose vanno di pari passo dal momento che con la mia arte decido di raccontarmi.
Nato a Santa Maria Capua Vetere (CE), vive e lavora nel casertano. Laureato in Giurisprudenza, avvocato, docente nella Scuola Secondaria Superiore Statale, completamente autodidatta sul piano artistico, nel 2017 riscopre la passione per la pittura accantonata per quasi un decennio, ricominciando a dipingere e creare senza interruzione. Per le sue creazioni predilige acrilico, inchiostro e pennarelli, utilizzando indifferentemente supporti in tela o carta. Tra il 2018 e il 2019 realizza un filone di opere dal titolo “Corpi comunicanti” sperimentandosi anche nella realizzazione di lavori in Digital Art realizzati mediante l’elaborazione digitale di dipinti o scatti fotografici da lui realizzati e per la cui stampa sceglie il supporto in tela o carta. In questa fase alcune sue opere sono ospitate dalle Erre Contemporary Art Gallery di Giugliano in Campania (Na), con la quale tiene la sua prima mini personale (luglio-Agosto 2019). La seconda mini-personale si è svolta a Salerno nel dicembre dello stesso anno nell’ambito della quinta edizione dell’Expò internazionale della Pace e dell’Arte visiva contemporanea al Palazzo Fruscione. Tra il 2019 e il 2020 partecipa a diverse mostre collettive. Negl’ultimi mesi del 2019 da inizio ad un nuovo filone di opere dal titolo “S-Composizioni emotive”, frutto di una percorso di auto-conoscenza, per la cui realizzazione si avvale di una tecnica mista su tela o forex, mendiante l’utilizzo di acrilico combinato a materiali vari (nastro carta, gommato, per imballaggi).
Group exhibitions
2019: Caput Mundi Arte – Premio Giulio Cesare. 15/22 Giugno, Palazzo Ferrajoli - Roma. Pubblicazione sul catalogo Caput Mundi arte Roma.
2019: Collettiva nell’ambito del Premio Auser in Luce dal 05.12.2019 al 10.01.2020 - Palazzo della Provincia di Salerno.
2020: Collettiva nell’ambito dell’Evento nazionale ed internazionale “Dona con amore” – Salone dei Marmi del Comune di Salerno – 14 e 15 febbraio.
2020: Collettiva d’Arte Benessere dal 21.02.2020 al 03.03.2020 – Palazzo della Provincia di Salerno.
2020: Collettiva “Donne e non solo” terza edizione, il maschile e il femminile in noi. (riservata ad artisti di sesso maschile). Dal 04 al 27 marzo presso il Palazzo della Provincia di Salerno
2020: Sharing Art contest Armenia 2020 - Internazionale d’Arte Contemporanea “Solid Identity”, 17-23 aprile 2020.A cura di ArtetrA – Art associates, Salerno.
Solo Shows
2019: Corpi comunicanti - Digital Art, presso AgorA’ Wine&More di Giugliano in Campania, a cura della Erre Gallery, luglio/sett.2019.
2019: Corpi comunicanti - Palazzo Fruscione di Salerno, nell’ambito della V ed. dell’Expò internazionale della Pace e dell’Arte visiva contemporanea “I colori dell’Arte”, dal 07-15.12.2019.
Finalista Sharing Art contest Armenia 2020 - Internazionale d’Arte Contemporanea “Solid Identity”, 17-23/04 2020. Artetra. Salerno