OPERA IN CONCORSO | Sezione Pittura

 | TRAMAteria

TRAMAteria
tecnica mista: stoffe/cera d’api, acrilico acqua, pietra, stucco, tavola legno riciclato
125 x 125 cm

Pietro Panza

nato/a a Ponte San Pietro (BG)
residenza di lavoro/studio: Brembate, ITALIA


iscritto/a dal 18 mag 2023

http://www.pietropanza.it


visualizzazioni: 23

SHARE THIS

Altre opere

 | TRAMAteria 2

TRAMAteria 2
t.m. : stoffe/cera d’api, acrilico acqua, ferro, ruggine, stucco, tavola legno riciclato
100 x 100 cm

 | TRAMAteria 1

TRAMAteria 1
t.m. : stoffe/cera d’api, acrilico acqua, ferro, ruggine, stucco, tavola legno riciclato
125 x 125 cm

 | TRAMAteria 4

TRAMAteria 4
t.m. : stoffe/cera d’api, acrilico acqua, ferro, ruggine, stucco, tavola legno riciclato
50 x 50 cm

Descrizione Opera / Biografia


Pietro Panza è un artista a confronto con l’ambiente in forma ecologica intesa anche come contesto formale, politico, storico e sociale.
Nell’opera TRAMAteria l’Artista sperimenta la relazione estetica tra arte natura e tecnica. Un’esperienza estetica di genere proprio, che aiuta ed organizza il sensibile, mettendo capo al riconoscimento di un valore ecologico oltre che estetico.
TRAMAteria rientra nel progetto “Abitare la Terra” dove Pietro Panza osserva il fallimento del processo di modernizzazione pensato come sostituzione della NATURA con la TECNONATURA, una spinta così profonda e pervasiva da divenire (la Tecnica stessa) il nuovo soggetto della storia.
Pietro Panza è un artista a confronto con l’ambiente, inteso anche come contesto formale politico storico e sociale. Un segno alla ricerca nel mondo sensibile, sottile, un’attesa di divenire poesia della quale si nutre. Pietro Panza parte da questo segno per poi ritrovarlo, ritorna su di esso per comprendere le proprie radici. Da subito ha amato il talento ed il linguaggio artistico di maestri come Burri, Mondrian inclusa la penna fumettistica di Sergio Toppi. Un’artista in continua evoluzione che ama sperimentare a tecnica mista tra resina, gesso ferro, fuoco e cenere, catrame rame e ruggine lasciando anche dei segni profondi sulla tavola che vogliono parlare alla nostra anima.
Le sue opere nascono dal suo intimo rapporto con la natura, che fa parte integrante della sua vita quotidiana, e di cui lui riesce a coglierne il valore, la bellezza e l’estrema fragilità causata dalla mano dell’uomo moderno.
ESPOSIZIONI:
_Dal 2020 le sue opere sono esposte presso “Arcadia Art Gallery” - Milano
_Maggio 2023: conferimento del 50° Premio San Vittore di Brembate (BG) “Per la sua Arte contemporanea e ambientale che rappresenta Brembate a livello internazionale”
_Marzo 2023: mostra personale presso la Ex Fornace di Milano con il patrocinio del Comune di Milano e la partnership di Legambiente Lombardia
_Marzo 2023: esposizione delle opere ad UN-FAIR in uno stand dedicato totalmente alle sue opere
_Novembre 2022: mostra personale presso Arcadia Art Gallery - Milano
_Maggio 2022: mostra personale a Brembate (BG) presso la Ex Chiesina di Villa Tasca
_Maggio 2022: primo premio “Arte sul Naviglio Grande” a Milano
_Novembre 2021: primo premio di pittura “Gran Premio Arcadia” presso la galleria “Arcadia Art Gallery” - Milano
PROGETTI FUTURI DEL 2023:
_Giugno 2023: Mostra personale con evento/dibattito dedicato all’ambiente, presso la “Cascina Nascosta” - dentro il Parco Sempione a Milano - con la partnership di Legambiente Lombardia
_Settembre 2023: Mostra personale presso “Arcadia Art Gallery” - Milano
_Ottobre 2023: esposizione delle opere a “SCULTURA MILANO”, presso la Fabbrica del Vapore a Milano.
_1 – 15 dicembre 2023 partecipazione alla Triennale di Roma presso “Musei di San Salvatore in Lauro” del Pio Sodalizio dei Piceni, in Piazza S. Salvatore in Lauro 15 Roma (SALONE DEI PICENI)