Premio Combat Prize

Nicolò Cecchella - Premio Combat Prize

OPERA IN CONCORSO | Sezione Fotografia

 | Autoritratto (2018)

Autoritratto (2018)
fotografia digitale - stampa a getto d’inchiostro, carta hahnemuhle photo rag, montata su dibond e cornice
120x80 cm

Nicolò Cecchella

nato/a a Guastalla
residenza di lavoro/studio: Poviglio, ITALIA


iscritto/a dal 05 mag 2018


Under 35


visualizzazioni: 137

SHARE THIS

Altre opere

 | senza titolo (2015)

senza titolo (2015)
scultura installazione, terra cotta
dimensioni variabili, singolo elemento 25x17x11 cm

 | Volto Ombra (2017)

Volto Ombra (2017)
fotografia al collodio umido, nitrato d’argento, lastra di vetro, marmo bianco carrara
40x30 cm

 | Volto Ombra (2017)

Volto Ombra (2017)
fotografia al collodio umido, nitrato d’argento, lastra di vetro, marmo bianco carrara
40x30 cm

Descrizione Opera / Biografia


DESCRIZIONE OPERA: L’immagine qui presentata fa parte di un progetto d’indagine che coinvolge varie discipline in una ricerca sui temi della rappresentazione, del corpo e dell’identità. L’opera genera una rappresentazione ossimorica che mette in stallo l’idea stessa di ritratto negando, assieme alla figurazione del volto, la possibilità di una rappresentazione identitaria.
Per realizzare questa fotografia l’autore utilizza parte di un lavoro precedente in cui l’impronta del proprio volto nell’argilla diventa (attraverso un effetto ottico negativo – positivo) una rivelazione in assenza. Una sorta di simulacro della presenza in cui l’impronta da primo e più semplice gesto scultoreo diviene alveo delle immagini a venire.
BIOGRAFIA: Nicolò Cecchella (1985), vive tra la provincia di Reggio Emilia e Roma.
La sua ricerca affronta le tematiche dell’immagine, del corpo, dell’identità e si esplica attraverso l’utilizzo di diverse pratiche (fotografia, scultura, installazione) e la loro interazione.
Recentemente ha partecipato alla mostra collettiva “In Posa” Galleria del Cembalo, Palazzo Borghese, Roma (2016), per La Triennale di Milano CRT Teatro dell’Arte ha curato la scenografia dello spettacolo “Mi Richordo Anchora”. Ha esposto al Premio Francesco Fabbri per le Arti Contemporanee 2016. È stato premiato a Portfolio Europa, Festival Fotografia Europea (2013). È tra i membri fondatori del Teatro Sociale di Gualtieri.