Premio Combat Prize

Martina Camani - Premio Combat Prize

OPERA IN CONCORSO | Sezione Scultura/Installazione

 | Dance without response #1

Dance without response #1
ready made, montaggio audio, palloncini gonfiati ad aria, filo trasparente
380x150 cm, audio 40’

Martina Camani

nato/a a Vicenza
residenza di lavoro/studio: VICENZA, ITALIA


iscritto/a dal 18 mar 2018


Under 35

http://cargocollective.com/martinacamani


visualizzazioni: 270

SHARE THIS

Altre opere

 | Dance without response #2

Dance without response #2
ready made, montaggio audio, palloncini gonfiati ad aria, filo trasparente
380x150 cm, audio 40’

 | They shines with both

They shines with both
mista, installazione, performance, ferro, acciaio, ottone, organza
120 x 30 x 135

 | Tutti i giorni della mia vita

Tutti i giorni della mia vita
ricamo, installazione, legno, stoffa
515x150x100

Descrizione Opera / Biografia


DANCE WITHOUT RESPONSE
Pensare all’immediato futuro, ad un presente che è già domani, ad una realtà che disorienta e oscilla tra l’oscurità della violenza e l’apparente tranquillità quotidiana. Così come Giobbe e Qohélet che con la loro voce e il loro grido parlano per sfuggire all’annientamento, ciò che è più importante è la domanda sul futuro, sul perché dell’esistenza umana, interrogarsi su un ordine della realtà che appare difficilmente riconoscibile. Ma domandare senza volere risposta, trovare verità nella dissoluzione di ogni soluzione.
Il festone sulla parete è in dialogo con una traccia audio che inonda l’ambiente: la fisicità oscura dei suoni ebraici di Qohélet si fonde con un ritmo funky, il grido di Giobbe, gli spari degli attentati, il vociare dei migranti sui barconi. Attraverso il linguaggio della preghiera - questa sconosciuta, tanto aberrata o estremizzata al nonsenso - l’irrequietezza viene esorcizzata, la parola diviene strumento e porta con sé festa e colore popolare.
L’avvenire che non conosciamo è ricco di vitalità tumultuosa, non cessiamo di interrogarci, non troviamo risposta, ma “non averla trovata, non averla generalmente imposta a nulla, lasciando l’Essere essere l’Essere e il destino umano senza una testa, un tronco, una coda, eppure doloroso e frenetico animale, significa veramente aver visto, compreso tutto.” [Guido Ceronetti]
BIOGRAFIA
Martina Camani, 23 anni, è un’artista, performer e attrice vicentina.
Laureata all’Accademia di Belle Arti di Venezia, sta attualmente frequentando il corso magistrale di Arti Visive dello IUAV di Venezia. Si è formata e ha studiato con artisti ed insegnanti come Jan Fabre, Alberto Garutti, Antoni Muntadas, Angela Vettese, Marco Bertozzi, Julie Anne Stanzak.
E’ fondatrice e performer di Teatro della Cenere (http://teatrodellacenere.it), compagnia e collettivo teatrale attivo nel territorio vicentino.