OPERA IN CONCORSO | Sezione Pittura

 | Pink

Pink
olio, tela
130 x 130 x 3

Lucia Simone

nato/a a Perugia
residenza di lavoro/studio: Roma, ITALIA


iscritto/a dal 13 mag 2020


Under 35

http://www.luciasimone.it


visualizzazioni: 484

SHARE THIS

Altre opere

 | Black Trees

Black Trees
olio, tela
150 x 150

 | Portrait Study _ Purple Sky

Portrait Study _ Purple Sky
olio, tela
80 x 80

 | Portrait Study

Portrait Study
olio, tela
80 x 80

Descrizione Opera / Biografia


Lucia Simone nasce nel 1986 a Perugia. Nel 2009 ha composto le musiche originali per il contributo di Fernanda Moneta a Walls and Borders con il film cortometraggio Love Conquers Mountains. Nel 2012 ottiene, all’Accademia di Belle Arti di Roma, una borsa di collaborazione presso la cattedra di pittura di Gianfranco Notargiacomo. Durante tutto il percorso accademico ha frequentato il corso di tecniche dell’incisione tenuto da Aristea Krtitsotaki. È presente nel VI Repertorio degli Incisori Italiani, edit. Faenza. Ha ricevuto diversi premi tra cui una residenza d’artista in occasione del Premio Internazionale FIG Bilbao, ha esposto in diversi musei tra cui Macro La Pelanda (RM), Austrian Museum of Folk Life and Folk Art e in luoghi di prestigio come Palazzo Montecitorio e Palazzo Vecchio in occasione del Premio Firenze in cui ha vinto il primo premio per la grafica. Personale di particolare rilievo è stata Uncanny presso Interzone Galleria (RM) dove l’osservatore si è confrontato con le proprie fragilità. Tale ricerca si ripropone in Realtà Consumata presso Fondamenta Gallery con approfondimento sulla rivista Inside Art di dicembre 2018. Dal 2 al 9 dicembre 2019 è presente in residenza d’artista in uno degli atelier del MACRO (Museo Arte Contemporanea Roma).
Il mio lavoro si concentra sullo studio del ritratto e sulla privazione del soggetto dall’ambiente sociale in cui vive. Ciò mi permette di elaborare gli stati mentali che appartengono all’intima solitudine umana: il tempo d’attesa fra l’uscita e l’ingresso dal mondo sociale.
Interpreto il colore come manifestazione delle emozioni e insieme alla costruzione formale dell’immagine è mio intento raggiungere un’equilibrio compositivo senza cedere a esigenze di figurazione.