Premio Combat Prize

Grazia Badari - Premio Combat Prize

OPERA IN CONCORSO | Sezione Pittura

 | Via Crucis

Via Crucis
olio e acrilico, tela
200 x 200

Grazia Badari

nato/a a Luzzara(R.E.)
residenza di lavoro/studio: Motteggiana, ITALIA


iscritto/a dal 22 mar 2019

http://www.graziabadari.it


visualizzazioni: 138

SHARE THIS

Altre opere

Descrizione Opera / Biografia


Nota Biografica
Grazia Badari nasce a Luzzara, piccolo paese del reggiano, patria di Zavattini. Consegue la Maturità magistrale nel 1969.
Inizia subito ad insegnare. Nel 1974 vince il Concorso magistrale a Brescia e vi si trasferisce. Successivamente, nel 1991, ritorna ad insegnare nel mantovano, andando ad abitare a Sailetto , vicino al grande argine del Po.
Negli anni seguenti riprende in mano i pennelli, che tanto l’avevano appassionata, cominciando a frequentare scuole d’arte. Nel 2007 frequenta l’Accademia Cignaroli, poi in seguito corsi di Scultura a Mantova sotto la guida del Maestro Carlo Bertolini, che la segue anche successivamente nell’Incisione e Stampa.
Partita copiando come tanti, i grandi maestri , prosegue un percorso sull’ astratto. Si stacca presto dalla scuola che frequentava, per cominciare a camminare con le proprie gambe. Infine catturata dal polimaterico, comincia ad usare la cenere del caminetto di casa, stendendola a spatola e successivamente dipingendola. Le sue opere esprimono con gesti ,tratti e colori ,sentimenti, emozioni, cammini ...Opera sia nel polimaterico che nell’nformale,talvolta unendolo.
Inizia ad esporre nel 2006,ma già nel 2008 presenta una personale prestigiosa a Sabbioneta, nel Palazzo Ducale.
In seguito entra in un periodo di stasi, cercando un nuovo percorso. Partecipa poi a collettive sia nel mantovano che nel reggiano (ed emiliano) .Aderisce a fiere d’arte, espone a Colonia, in Germania, consolato italiano, al Corrouselle, Louvre, a New York.
Notevoli le Personali in luoghi prestigiosi, tra cui il Palazzo del Gonzaga a Sabbioneta con presentazione al Teatro all’Antica;Castello matildico di Sarzano; Museo Cà la Ghironda a Zola Predosa; Villa Mirra a Cavriana(MN);Museo di Arte Contemporanea a Borgo Virgilio; Suzzara; Torrione di Commessaggio(MN); Palazzo Bentivoglio a Gualtieri(R.E.); Palazzo dei Gonzaga a Guastalla; Museo Palazzo Dei Principi: Salone Arazzi a Correggio; Villa de Moll, Pavarini Arte, a Reggiolo… La collettiva più prestigiosa, quella attuale con Gianmarco Puntelli a Gubbio per Infinity Academy.
Partecipa ad Eventi Musicali intrecciati con la pittura.
Le sue opere sono presenti in vari musei, sedi municipali, Enti ed Associazioni, privati…
Il quadro VIA CRUCIS nasce da una introspezione sulla vita dell’uomo. Apparentemente un tema religioso, in realtà una riflessione.
Ciascuno ha avuto croci, sofferenze, malattie, frustazioni che hanno portato l’animo a soffrire. Talvolta il genere umano ha dovuto subire genocidi e in tempi di guerre , violenze inaudite. Da qui la comparazione con la vita di Gesù che si fece uomo e come tale subì la crocifissione.
I colori indicano tali temi. Il nero per le violenze, il rosso per le atrocità.I colori chiari, quali il giallo e il rosa per un battito di speranza,una luce che illumina il cammino. Perchè senza speranza, senza sogni, l’uomo non può sopravvivere.
Grazia Badari