OPERA IN CONCORSO | Sezione Pittura

 | Monstera

Monstera
olio, tela
120 x 100 cm

Giovanni Pasini

nato/a a Bassano Del Grappa, VI
residenza di lavoro/studio: Milano (MI), ITALIA


iscritto/a dal 30 mag 2020

http://www.giovannipasiniart.com


visualizzazioni: 70

SHARE THIS

Altre opere

 | Cereus

Cereus
olio, tela
120 x 100 cm

 | Phaius

Phaius
oil, tela
120 x 100 cm

Descrizione Opera / Biografia


L’essere umano è stato per secoli posto sull’altare di significato dal pensiero umanista,ha certamente potenzialità grandissime, all’apice del castello di carte, ma è essenzialmente tra gli esseri più fragili, più dipendenti, in quanto estremamente collegato al vivente. Sento quindi, in quest’era di folle consumismo ontologico, l’urgenza di porre al centro della mia ricerca di significato “l’altro”, intendendo però questo “altro” come “alterità naturale” di cui siamo componente e relazionante. Superando il pensiero antropocentrista, seguendo quella che è la direzione aperta dal biocentrismo postumanista, la mia investigazione si incentra sul concetto di alterità nella nostra contemporaneità, focalizzandosi sulle dinamiche dialogiche tra noi stessi ed il diverso già presente in noi.
I soggetti raffigurati nei miei dipinti sono evocazioni di esperienze sensoriali di fronte al fenomeno naturale. Memorie dirette, quanto riferimenti letterari o fotografici, sono stimolo di un approfondimento critico della dimensione sciamanica nel contesto uomo /natura naturans, identificandosi con la relazione variabile tra cultura popolare e arte nel senso più specifico.
I miei lavori riproducono dimensioni ambigue tra l’astratto ed il figurativo con il preciso scopo di risvegliare la radice primitiva assopita ma insita in noi.
Titolo: ”Monstera”
(Serie Botanics),
olio su tela,
2019, 120 x 100 cm
La serie “Botanics” vuole essere un ulteriore approfondimento delle relazioni provocate dall’osservazione della Natura sulla psiche umana. Nello specifico l’ispirazione nasce da una collezione di antiche illustrazioni botaniche raccolte nel libro “The Temple of Flora” del medico e botanico Robert John Thornton, creato tra il 17esimo e 18esimo secolo.
Questa raccolta di tavole botaniche, che ebbe all’epoca scarsa fortuna, rappresenta oggi una delle massime espressioni di illustrazione scientifica del periodo romantico. Ciò che rende unica questa raccolta è la capacità di rappresentare nei minimi dettagli, piante di diversissima provenienza e al tempo stesso contestualizzarle in monumentali e romantici paesaggi d’origine.
La dualità di queste antiche illustrazioni, sopra ogni altra caratteristica, mi ha profondamente affascinato. L’osservatore di fronte a questo immaginario non può che percepire una sottile intenzione di attribuire alla manifestazione naturale un approccio sia di comprensione scientifica, ma al contempo, di rappresentazione religiosa e spirituale del soggetto.
Le immagini sembrano riecheggiare contemporaneamente di canti gregoriani e suoni di fauna esotica. I miei dipinti vogliono reinterpretare questo binomio oggi più che mai contemporaneo. L’esotico ed il diverso, per muoverci verso una più profonda comprensione di noi stessi.
Giovanni Pasini
Nato a Bassano del Grappa nel 1985
Vive e lavora a Milano
Studi di settore:
2007
• Borsa di studio internazionale “School of Visual Arts”,
New York, USA
2005/2008
• Diploma triennale “Arti Visive”,
Istituto Europeo di Design, Milano, IT
Mostre Personali selezionate:
2018
• INSIGHT “Murmuration series”, curata da Giacomo Marco
Valerio, Area35 Art Gallery, Project Room, Milano, IT
2011
• SOLO Show, Pietro Gasparotto, Piccola Galleria,
Bassano del Grappa, IT.
Mostre collettive selezionate:
2020
• “Grey Street”, curata da Gabriele Salvaterra,
Area35 Art Gallery, Marzo 2020, Milano, IT
2019
• “Nuove Sinestesie della Pittura Italiana”
Pietro Geranzani & Giovanni Pasini,
curata da Giacomo Marco Valerio,
- Luglio 2019, Bastion de France, FR
- Novembre 2019, Area35 Art Gallery, Milano, IT
2012
• “Subterranean Modern”, curata da Giacomo Spazio, Milan, IT
• “Past Forward”, curata da Yasha Young & Giovanni Cervi,
Musei Civici, Bassano del Grappa, IT
2011
• Infart Urban Art Festival, curata da Infart Collective,
Bassano del Grappa, IT
• “Humanoid”, curata da Infart Collective,
Four Roses Gallery, Milan, IT
2010
• Centro Culturale San Gaetano, Padova, IT
• Infart Urban Art Festival, curata da Infart Collective,
Bassano del Grappa, IT
• “Piel”, curata da Manuel Pablo Pace, Ortobotanix Gallery,
Cittadella (PD), IT
• “My Place ‘10”, curata da Infart Collective,
Fuori Salone Tortona, Milan, IT
Residenze & Premi:
2019/2020
Finalista Premio Residenza “San Fedele”, Milano, IT
Fiere:
2019/2018
• BUDAPEST ART MARKET, Budapest, H
2011
• BLOOOM ART FAIR, Cologne, D
• VERONA ART FAIR - “INDEPENDENTS”, Verona, IT