OPERA IN CONCORSO | Sezione Disegno

 | Ha-tha/Rebis

Ha-tha/Rebis
matita e marcatore a vernice, su cartoncino e cornici metalliche
45x60 cm

Gianluca Biasi

nato/a a Mottola
residenza di lavoro/studio: Palagianello, ITALIA


iscritto/a dal 13 mag 2020


Under 35


visualizzazioni: 456

SHARE THIS

Altre opere

 | Ha-tha/Rebis (dettaglio)

Ha-tha/Rebis (dettaglio)
matita e marcatore a vernice, cartoncino e cornici metalliche
45x60

 | Sulphur et Mercurius

Sulphur et Mercurius
matita e marcatore a vernice, cartoncino e cornici metalliche
44x31

 | Rebis

Rebis
matita e marcatore a vernice, cartoncino e cornice metallicha
30x30

Descrizione Opera / Biografia


«’Ha’ significa sole, che è il sole del nostro corpo, cioè l’anima, e ’tha’ significa luna, che è la nostra coscienza. L’energia del sole non si attenua mai, mentre la luna svanisce ogni mese e poi di nuovo da luna nuova ridiviene piena. Così il sole, che è la nostra anima in tutti noi, non scompare mai, mentre la mente o la coscienza, che attinge energia dall’anima, subisce variazioni, attenuazioni, fasi, alti e bassi come le fasi della luna; è come il mercurio; e come il mercurio non può essere afferrato dalla mano, così noi non possiamo facilmente catturare la mente. Quando però coscienza e corpo vengono unificati, l’energia della coscienza è immobile, e quando l’energia della coscienza è immobile, anche la coscienza è immobile, e l’anima si diffonde in tutto il corpo». (B.K.S. Iyengar, ”L’albero dello Yoga”, 1989)
Gianluca Biasi è nato a Mottola (TA) nel 1990. Ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Bari, dove ha ottenuto i diplomi di I e II livello in Arti Visive con indirizzo Pittura. Ha trascorso dei periodi di studio e tirocinio all’estero con il programma Erasmus: nel 2014 presso l’Università di Arte e Design di Cluj-Napoca; nel 2016 presso la Facoltà di Belle Arti dell’Università Complutense di Madrid; nel 2017 presso la galleria Aldama Fabre di Bilbao. Nell’a.a. 2019/2020 è stato nominato cultore della materia (corso di Storia dell’arte contemporanea) presso l’Accademia di Belle Arti di Bari. Nel 2012 e nel 2013 è stato artista finalista nella sezione Pittura della IX e X edizione del “Premio Nazionale delle Arti”, esponendo, rispettivamente, presso la Pinacoteca dell’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino e presso la Sala Murat di Bari. Ancora nel 2013 è stato artista vincitore nella sezione Pittura, categoria Giovani Artisti, della V edizione del “Premio Nocivelli” con presidente di giuria Claudio Cerritelli. Nel 2015 è stato artista finalista del concorso Codice Italia Academy “Corriere della Sera-la Lettura” a cura di Vincenzo Trione e, inoltre, è stato inserito nel volume “Percorsi d’arte in Italia” curato da Giorgio Di Genova e Enzo Le Pera per Rubbettino Editore. Nel 2016 è stato artista finalista della III edizione del “Premio ArtePollino” e della IV edizione del “Premio Auditorium Città di Isernia”. Sempre nel 2016 prende parte al progetto di arte pubblica ”Talking Bench” a cura di Antonella Marino e Maria Paola Spinelli, realizzato sul lungomare Nazario Sauro di Bari. Nel 2019 è stato artista finalista nella sezione Pittura della X edizione del “Premio Combat”, esponendo presso il Museo civico Giovanni Fattori (Ex granai di Villa Mimbelli) di Livorno. Tra le altre mostre si segnalano: “Biasi - De Rosa - Ducoli. Poetiche a confronto”, Sala Santi Filippo e Giacomo, Brescia, 2014; “Latin Love. Pittura tra Bari e Cluj-Napoca”, Fortino S. Antonio Abate, Bari - Galeria Casa Matei Corvin, Cluj-Napoca, 2014; “Adriatica, la via dell’arte. Itinerario di un viaggio senza fine”, Galleria Antichi Forni, Macerata, 2015; ”Concrete Matters”, VesArte 21, Madrid, 2016; ”La pittura, ovunque. Tra evidenza e imprevisto”, Ex Convento Santa Chiara, Mola di Bari, 2016; ”Decennale del Premio Nocivelli”, Palazzo Martinengo Colleoni - Mo.Ca, Brescia, 2018.
(https://www.monshareart.com/it-it/artist/ef3fba88-aea6-43da-884a-9cbc5c58c350/gianluca-biasi)