OPERA IN CONCORSO | Sezione Pittura

 | IL PUZZLE DELLA VITA

IL PUZZLE DELLA VITA
matita e acrilico, tela
200 cm

GIANFRANCO GUIDOLIN

nato/a a ZERO BRANCO
residenza di lavoro/studio: ZERO BRANCO, ITALIA


iscritto/a dal 24 feb 2024

http://www.gianfrancoguidolin.com


visualizzazioni: 274

SHARE THIS

Altre opere

 | INSCINDIBILE LEGAME

INSCINDIBILE LEGAME
mista, legno
cm. 80x40

 | DE ON TEMPO

DE ON TEMPO
mista, legno e terra cotta
100x55x40

 | AMICI PER LA PELLE

AMICI PER LA PELLE
acrilico, tela
97x66

Descrizione Opera / Biografia


La vita è come un puzzle, che spetta solo a noi costruire per trovare il senso del nostro vivere. Esperienze, vissuti, sentimenti, affetti, amicizie, lutti, dolori, gioie, ecc. sono alcuni dei molteplici pezzi di un puzzle che dobbiamo incastrare al posto giusto per ottenere un insieme significativo. Ci sono persone che possono esserci d’aiuto per trovare e mettere i pezzi al posto giusto, che da soli non riusciamo. Altre che vorrebbero sostituirsi a noi, ostacolando i nostri sforzi, per inserire i pezzi a loro piacere, stravolgendo il risultato finale. Basta un solo elemento mancante, inserito male o sostituito, per cambiare il disegno originale e il significato per il quale è stato creato.
Le difficoltà che sorgono nei rapporti con gli altri, l’indifferenza, l’incapacità, l’impossibilità, la solitudine, la vecchiaia, l’egocentrismo, il sopruso, sono alcune delle problematiche che dobbiamo affrontare.
Il nudo a significare la realtà della natura umana, la sola che ci rende tutti simili, e connota la vera personalità di ognuno, nel tentativo di togliere di mezzo tutti gli impedimenti e le discriminazioni sociali, culturali, religiose, nel difficile compito di costruire il puzzle della propria vita, dove difficoltà, vissuti, paure, condizionamenti, limiti, sono ostacoli da superare.
L’opera è costituita da 13 tele di misure diverse, che possono trovare collocazioni differenti, in modo da soddisfare le esigenze di ognuno, formando un puzzle che si differenzia nella forma, mantenendo il medesimo significato.
Misure tele:
Una cm. 20x20
Una cm. 50 x 30
Una cm. 60 x 20
Due cm. 30X25
Due cm. 30 x 20
Due cm. 40 x 30
Due cm. 20 x 15
Due cm. 25 x 20
Dopo il diploma di maturità, abbandono gli studi universitari in Psicologia.
Nel 1997 inizio a scrivere poesie, racconti, fiabe, libri di narrativa per bambini e adulti facendo alcune pubblicazioni.
Avendo iniziato da autodidatta ed essendo anche poeta, la spinta iniziale della mia arte concettuale, è dettata dal voler trasformare i miei testi poetici in opere visive, con l’intenzione di coniugare più mezzi di comunicazione, per arrivare al pubblico in modo più diretto ed accessibile.
Essere libero da condizionamenti, insegnamenti, conoscenze, non prigioniero di una sola idea, ma sotto una forte spinta di usare l’arte come comunicazione, mi ha consentito di ricercare, studiare, usare materiali, strumenti, idee che mi hanno permesso di dare alla parola scritta, una configurazione visiva innovativa, meno vincolante, più accattivante, percepibile e fruibile, sentendomi vicino, non tanto ad autori specifici, bensì a opere con le quali instauro un rapporto particolarmente emotivo, che rispondono a questi requisiti: creatività, sensazioni, fruibilità, durata nel tempo.
La preferenza per la tridimensionalità è suggerita dalla mia visione del mondo, in cui nulla in natura è piatto, uniforme, nemmeno i pensieri.
Dare un senso tangibile alle parole, trasformandole in oggetti concreti, visivi, palpabili, facilita e rafforza la comprensione, stimolando l’interesse e allargando le possibilità percettive.
La mia è una continua ricerca di modalità di espressione, passando dalla scultura all’ utilizzo di materiali di vario genere, a tecniche differenti, e in questo assemblaggio di elementi diversi realizzo l’obiettivo di una corretta partecipazione alle esigenze estetiche del momento culturale, agevolando le possibilità comunicative.
Iniziando a frequentare le varie manifestazioni d’arte, maturo il mio stile, allargando la visione e le conoscenze, avvicinandomi ai colori, pur mantenendo la peculiarità che mi identifica.
Interessato al mondo della psicologia e all’ analisi dei più profondi aspetti dell’animo umano, le mie ispirazioni attingono all’ insieme delle molteplici problematiche sociali, segmenti concettuali che costituiscono l’espressione della mia arte.
Ho partecipato a mostre e concorsi di arti visive con apprezzabili riscontri.
Il mio impegno è anche rivolto alla letteratura, pubblicando libri di poesia, narrativa per bambini e adulti.
Ho partecipato con riconoscimenti a Concorsi Nazionali e Internazionali Letterari e di Poesia.
Nel 2009 mi avvicino al Teatro, recitando in alcuni spettacoli, con la Compagnia teatrale ”Il Sipario sul Sile” di Quinto di Treviso.
Nel 2018 e 2019 ho fatto parte della Giuria del 22° Premio Letterario Internazionale “TROFEO PENNA D’AUTORE” di Torino.
Dopo il diploma di maturità, abbandono gli studi universitari in Psicologia.
Nel 1997 inizio a scrivere poesie, racconti, fiabe, libri di narrativa per bambini e adulti facendo alcune pubblicazioni.
La spinta iniziale della mia arte concettuale, nasce nel 1999, in occasione della presentazione del mio libro di poesie, con la mia prima personale, nella prestigiosa sede di Casa dei Carraresi di Treviso, dettata dal voler trasformare i miei testi poetici in opere visive, con l’intenzione di coniugare più mezzi di comunicazione, per arrivare al pubblico in modo più diretto ed accessibile. Dare un se