OPERA IN CONCORSO | Sezione Pittura

 | RetiDiTerra#7

RetiDiTerra#7
terra e colla, telone da tenda
200x148

Gandolfo G. David

nato/a a Polizzzi Generosa (PA)
residenza di lavoro/studio: Palermo, ITALIA


iscritto/a dal 29 mag 2020

http://www.gandolfogabrieledavid.it


visualizzazioni: 69

SHARE THIS

Altre opere

 | Reti Di Terra #7, dettaglio

Reti Di Terra #7, dettaglio
terra e colla, tela

 | Reti di terra / Lur Sareak

Reti di terra / Lur Sareak
terra e colla, tela olona in cotone grezzo
varie dimensioni

 | Reti di terra / Lur Sareak

Reti di terra / Lur Sareak
terra e colla, cartoncino fabriano acquarello
30x40 cad

Descrizione Opera / Biografia


RETI DI TERRA #7
Terra e colla su telone da tenda in poliestere e cotone, 200x148 cm

Reti di Terra #7 fa parte di un ciclo di opere, iniziato nel 2017, durante una residenza artistica nell’isola di Ustica, grazie alla quale è stato possibile un intenso dialogo con i residenti.
Le opere raccolgono la ricchezza di narrazioni legate all’isola e le trasformano in immagini ottenute con la terra e con le reti del luogo.
Una sintesi tra due mondi, quello della terra e quello del mare, che si muovono con cadenze precise e analoghe, secondo una scansione ciclica del tempo e delle stagioni. Nelle tele lo spirito del luogo, intangibile forza arcaica, si tramuta in organismi e mondi. Visti da lontano sembrano affiorare isole, continenti, zolle di terra; da vicino prendono forma esseri umani ed elementi della natura, un “tessuto connettivo” che tiene uniti comunità e territorio; una geografia, un arcipelago di una terra immaginaria, dove le linee della rete sono le linee dei solchi necessari alla coltivazione, ma contratti in forme vive, mosse da guizzi vitali, figurazioni animiche captate attraverso un processo di imprinting fra tela e terra.
Il setaccio delle reti-di-terra diventa così una pesca a grandi profondità, quella dell’inconscio, dove emergono esseri organici, anfibi, misteriosi e ambigui, esattamente come quelli che hanno trovato spazio nel mito, nei racconti tradizionali e nelle narrazioni fantastiche legate all’isola.
Il museo Riso di Palermo ha acquisito un dittico per la sua collezione permanente.
Serie completa link: https://www.dropbox.com/s/8cpqzlp4cohlnhe/LURSAREAKxCMG.pdf?dl=0
----
BIO
Gandolfo G. David, artista visivo, indaga ed elabora tematiche ecologiche e sociali attraverso modalità partecipative. La sua ricerca sul patrimonio materiale e immateriale incrocia storie e linguaggi dei territori in cui lavora.
Le esperienze di comunità trovano inoltre un approfondimento attraverso gli strumenti del disegno e della pittura, pervendendo a una larga produzione di opere dal carattere più intimo, in cui affiorano memorie e tracce dei percorsi partecipativi.
Negli ultimi anni ha realizzato installazioni e dispositivi artistici ospitati da diversi musei e fondazioni internazionali per sensibilizzare l’opinione pubblica sul diritto alla mobilità internazionale e avviare un dialogo tra residenti e nuovi arrivati in città.
È co-fondatore del gruppo artistico-curatoriale Dimora Oz, con sede a Palermo (premio Italian Council per la partecipazione a Manifesta 13).
L’artista sarà in residenza al MANA Contemporary di Jersey City alla fine del 2020.