OPERA IN CONCORSO | Sezione Scultura/Installazione

 | Self portrait of the Artist as a young man

Self portrait of the Artist as a young man
mista: installazione multimediale, plexiglass, fumo, videoproiezione
100x70 cm

Filippo Tommasoli

nato/a a Verona
residenza di lavoro/studio: Verona, ITALIA


iscritto/a dal 29 mag 2020


Under 35


visualizzazioni: 44

SHARE THIS

Descrizione Opera / Biografia


”Self portrait of the Artist as a young man” è un’installazione multimediale esposta nella sezione off di ArtVerona 2019. È composta da un parallelepipedo in plexiglass aperto sul lato superiore all’interno del quale viene soffiato del fumo bianco a intervalli temporali prestabiliti. Sul fumo viene proiettato un videoart. La visione del video muta, si distorce, diventa più o meno nitida a seconda dell’andamento del fumo all’interno del plexiglass.
È un’opera che parla della vita, dello scorrere del tempo e del ruolo dell’artista all’interno della nostra società.
Sono un artista, fotografo e filmmaker italiano, laureato in Lettere e Filosofia della Fotografia. Nel 2017 ho conseguito un Master in ”Visual Anthropology” presso il Centro Studie sull’Etnodramma e ho partecipato a una Masterclass in ”Visual storytelling in new media” tenuta dall’ICP (International Center of Photography, New York) a Torino. Ho iniziato a lavorare come fotografo professionista e videomaker nel 2007, all’interno dello studio di famiglia (Studio Tommasoli, est. 1906). Nel 2017 ho fondato Tommasoli Visual Factory, un’azienda specializzata nel Visual storytelling. Nel 2018 sono stato tra i fondatori di RedLab - Darkroom over Borders (https://www.red-laboratory.com). Nel 2019 ho pubblicato il mio primo libro, Natura Alchemica, tra i vincitori del Premio letterario Vermentino. Contemporaneamente mi sono dedicato a progetti personali di natura antropologica e sociale e ad opere artistiche in cui interagiscono il linguaggio della scrittura e quello foto-videografico, esponendo in mostre collettive e personali.