OPERA IN CONCORSO | Sezione Pittura

 | senza titolo

senza titolo
mista, tessuto, tessuto elastico imbottito, legno, smalto
65 x 49 x 9 cm

Emiliano Manari

nato/a a Teramo
residenza di lavoro/studio: Roma, ITALIA


iscritto/a dal 30 mag 2020

http://instagram: emilianomanari_art


visualizzazioni: 61

SHARE THIS

Altre opere

 | Vista di scorcio

Vista di scorcio


Descrizione Opera / Biografia


Il lavoro nasce dal desiderio di rappresentare in maniera sintetica il rapporto tra scienza e natura utilizzando forme elementari enfatizzate dall’imbottitura. Il tessuto dorato, oltre a rappresentare la natura ambisce a rievocare i materiali appartenuti ad altre epoche, broccati e damascati rilevanti nella storia dell’arte.
Emiliano Manari è architetto e artista, vive e lavora a Roma
Dopo aver affrontato tematiche figurative con l’utilizzo di ritagli di broccato o damascato cuciti a mano, dall’eco pop che citano atmosfere barocche, fase culminata con la serie “Letterati unici” (Galleria Gallerati, Roma) si è dedicato all’astrattismo geometrico ed informale, tramite imbottiture e stratificazioni liberando la composizione dalla bidimensionalità. Il materiale utilizzato contempla sia tessuti eleganti, sia stoffe usate, in queste ultime, l’autore cerca di riannodare i fili del ricordo sbiaditi dal tempo. Il tessuto è un’esperienza di vita vissuta, traccia dell’umana esistenza, raccontano quanta storia e quanta vita può custodire una stoffa.
Realizza i “Moduli” dove con un principio combinatorio vari elementi possono essere accostati e ruotati indifferentemente su qualsiasi lato consentendo la creazione di una composizione diversa (mostra “Forma/Tecido”, Galleria Tibaldi Arte Contemporanea, Roma 2017).
Altre composizioni hanno previsto forme imbottite avviluppate e ritorte tra loro, forme che utilizzano porzioni di indumenti usati.
Mostre personali:
Viso 0610, Galleria Operaunica, Roma, 19-25 luglio 2010
Ritratti, La Maison 57, Palazzo Vecchiarelli, Rieti, 21 gennaio - 12 febbraio 2011
Vanitas, Interazioni Art Gallery, Roma, 12 settembre - 2 ottobre 2012
Tempus Vernum, Galleria di Villa Niscemi, Palermo, 24-30 maggio 2013
Texture, Alexander Museum Palace Hotel, Pesaro, 27 settembre - 11 ottobre 2013
Letterati unici, Galleria Gallerati, Roma, 7 luglio - 1 settembre 2017
Mostre collettive:
De Rerum Natura, Cascina Farsetti Villa Doria Pamphilj, Roma, 23 maggio - 7 giugno 2014
AltaRoma AltaModa, 6° Senso Art Gallery, Studio S – Arte contemporanea, Roma 15-17 luglio 2014
L’Arte nella Moda – da Giorgio De Chirico e Sonia Delaunay a cinque artisti contemporanei, Studio S – Arte contemporanea, Roma, 19 novembre - 10 dicembre 2014
Secondo Progetto Mixed Media 2014, rassegna d’arte contemporanea, Galleria Gallerati, Roma, 7-16 giugno 2015. (catalogo) - Opera esposta “Viso 0610” ha ottenuto il primo premio.
Forma/Tecido – mostra collettiva di Dario Imbò, Emiliano Manari, Roberto Tibaldi. Galleria Tibaldi Arte Contemporanea, 21 settembre - 14 ottobre 2017 (catalogo). Roma
Il mare nomade dell’arte – verso sud, Galleria Tibaldi Arte Contemporanea, 25 marzo – 18 aprile 2018. Roma
Ricognizione, Galleria Tibaldi Arte Contemporanea, 21 aprile – 12 maggio 2018 (catalogo). Roma
Forme nello spazio, scultura contemporanea in progress, Museo Diocesano e Capitolare di Terni, 8-23 settembre 2018, Terni
Tiny biennale, Gallery of Art Temple University Rome, 12-21 marzo 2019
Leonardo, spirito infinito. Museo Diocesano di Velletri (RM), 15 novenbre-15 dicembre 2019
Hanno scritto su Emiliano Manari: Silvia Bordini, Gianfranco Evangelista, Carlo Gallerati, Sarah Palermo, Massimo Scaringella, Carmine Siniscalco, Claudia Zaccagnini