OPERA IN CONCORSO | Sezione Fotografia

 | PROPAGAZIONE X

PROPAGAZIONE X
scansione lastra fotografica, carta: hahnem�hle hemp; cornice in noce con vetro museale.
60 x 40 cm

Elia Brignoli

nato/a a Bergamo
residenza di lavoro/studio: Villongo, ITALIA


iscritto/a dal 29 apr 2024


Under 35


visualizzazioni: 155

SHARE THIS

Altre opere

Descrizione Opera / Biografia


Un articolo della Domenica del Corriere nel 1941 esplora la possibilità di rivelare i pensieri e i sentimenti attraverso l’introduzione di sostanze nel flusso sanguigno.
Analizzando l’individuo in un ambiente schermato, isolato da qualsiasi influenza esterna o radiazioni di diversa natura, è possibile ottenere, tramite l’osservazione dei soggetti, dei diagrammi del pensiero che esplorano l’inconscio.
Queste ricerche condotte da neuroscienziati hanno prospettato un futuro in cui potrebbe svilupparsi un nuovo genere di immagini: la fotografia del pensiero, nel tentativo di distillare l’anima e i sentimenti di ogni essere umano.
Il progetto si propone di esplorare il paradosso di una “fotografia reale” che, nonostante sia frutto di un’ipotesi fantastica, si insinua nell’impellente bisogno umano di spiegare le emozioni dell’essere.
___________
BIOGRAFIA:
Elia Brignoli, artista residente a Bergamo, ha conseguito il Diploma di 1° Livello presso la Libera Accademia delle Belle Arti Laba di Brescia, seguito dal Diploma Accademico di 2° Livello presso l’Accademia di Belle Arti di Brera.
La sua ricerca artistica si concentra sull’intersezione tra l’immagine e l’installazione, esplorando la dimensione dell’altrove e dei ricordi. I suoi progetti si dedicano a ridare vita a materiali e fotografe considerati scarti, cercando di fondere memorie e sentimenti con l’esperienza. La percezione di Brignoli della fotografa va al di là dell’aspetto visivo, cercando di trasmettere una profondità emozionale.
La sua pratica artistica si concretizza attraverso la sottile armonizzazione tra elementi di freddezza e calore, mantenendo la purezza del sentimento e dell’esperienza vissuta. Le sue opere sottolineano la volontà di instaurare connessioni profonde mediante l’integrazione di elementi apparentemente eterogenei.
Nel corso delle sue esperienze più rilevanti, Elia Brignoli nel 2021 ha preso parte alla residenza “Essere Nella Distanza” nel 2022 e nel 2023, evento curato da Davide Tranchina sull’Isola del Giglio, nel quale ha ricevuto una menzione speciale al premio E.n.d nel 2023.
Precedentemente nel 2021 ha esposto presso Mo.ca a Brescia e ha partecipato alla residenza “Walking in studio Non riservato” a Milano, a cura Cecilia Guida e Rossana Ciocca. Nel 2022, ha esposto al Careof a Milano, mostra curata da Elisa Medde.
Nel corso degli anni 2022 e 2023, ha partecipato al Premio Francesco Fabbri per le arti contemporanee nella sezione di fotografa contemporanea, curata da Carlo Sala.