OPERA IN CONCORSO | Sezione Pittura

 | Restituzione

Restituzione
mista, cotone
100 x 195

Mario Moro Daniela Issoglio

nato/a a Pinerolo
residenza di lavoro/studio: Garzigliana, ITALIA


iscritto/a dal 31 mar 2020


visualizzazioni: 147

SHARE THIS

Descrizione Opera / Biografia


RESTITUZIONE
Paziente la natura aspetta. Gli alberi ci osservano silenziosamente,sanno che tutto torna Ogni evoluzione diventa involuzione.E accadrà che quanto costruito verrà distrutto e nuovamente restituito
BIOGRAFIE ARTISTI
Artista Daniela Issoglio
Pinerolese, vivo ed opero nella mia città. iniziato da giovanissima gli studi di pittura sotto la guida di alcuni maestri della provincia di Torino. Fanno parte del mio bagaglio numerosi concorsi di pittura estemporane in parecchie regioni italiane Liguria Toscana Veneto, ottenendo ottimi risultati. Una mia opera è stata pubblicata ed esposta al museo storico della FIAT Club 500..di Garlenda, che la pubblicazione sulla rivista ufficiale “ Quattro piccole ruote”. Ho frequentato a Torino un corso accademico di nudo artistico. Nel 2013 in occasione del progetto Afrodisia ho partecipato alla mostra presenziata e curata dal Prof Vittorio Sgarbi . Dal 2017 partecipo ad esposizioni d’arte a Genova ,Savona ,Arona, Garda, Varese e Torino. Dal 2018 sono presente ad ARTEFIERA GENOVA E PADOVA. Nel Marzo 2019 ho esposto due opere alla BCM ART GALLERY Barcellona. A Settembre 2019 ho partecipato al concorso International ContemporaryArtprize a Torino curato dal dott Roberto Borra aggiudicandomi il terzo posto nella sezione pittura informale./astratta. Ho esposto presso due Gallerie di Roma la Galleria ESSERRE e AREA CONTESA di Via Margutta. Ho partecipato ad una mostra collettiva organizzata dalla OSSIMORO GALLERY di Torino, Da Gennaio 2020 sono stata inserita su ARTPRIZE:COM con opera quotata da Picenium Casa d’Aste arte moderna.
Alcune delle mie opere sono abitualmente esposte presso la galleria d’arte LITTLENEMOARTSHOP di Torino
---------------------------------------------------------------------------------------------------
Mario Moro – Bio
Nato a Pinerolo nel 1972 e cresciuto in Val Chisone, ha studiato falegnameria quasi per caso. Subito entrato a bottega, lì si è fatto quell’esperienza di base fondamentale, per poter poi avviare la sua attività indipendente, prima a San Pietro Val Lemina, ora nel laboratorio di Garzigliana, il che non gli ha impedito poi di procedere ancora con gli studi, liceo artistico ed architettura.
Ha creato con abilità e sapienza arredi per case, uffici e negozi, e ha partecipato a diverse esposizioni.
Si definisce un sarto che oltre a tagliare e cucire il suo abito, ne crea anche la stoffa: perfetto conoscitore della materia Legno, padroneggia le tecniche della creazione ex novo come del restauro. Le sue linee sono nette, definite, decise; non disdegna l’uso del colore così come è capace di rispettare l’essenza del legno; abbina materiali differenti, rispondendo alle esigenze del cliente, ma sempre lasciando una sua impronta riconoscibile.
Recentemente ha creato la linea Ombra, nella quale ha saputo legare il Naturale all’Artificiale, fissando l’ombra di rami su superfici levigate e colorate, unendo ciò che la Natura ha creato a ciò che la mano dell’Uomo ha costruito.
Alberi Chimici è la sua prima produzione puramente artistica: un momento in cui la Tecnica lascia spazio al Sentimento, in cui è il cuore a condurre la mano e non la mente, in cui l’Anima si rovescia sul legno e dà forma tangibile e materica a ciò che siamo abituati a pensare invisibile.
Nel 2019 ha partecipato ad HERE4, alla Cavallerizza Irreale di Torino, con gli Alberi Chimici che sono diventati Alberi Urbani, cittadini invisibili all’interno del tema Temporary Cities.
Gli stessi Alberi erano presenti alla collettiva Perceptio, l’ossimoro della realtà, presso la galleria Ossimoro di Torino.