Premio Combat Prize

DISCIPULA - Premio Combat Prize

OPERA IN CONCORSO | Sezione Fotografia

 | How Things Dream: Morpheus, OMA Ad 03 (2017)

How Things Dream: Morpheus, OMA Ad 03 (2017)
fotografia digitale - stampa a getto d’inchiostro, canson rag photographique 210 gr. - plexiglass
148x85 cm

DISCIPULA

nato/a a Firenze
residenza di lavoro/studio: Milano, ITALIA


iscritto/a dal 16 apr 2018

http://www.discipula.com


visualizzazioni: 678

SHARE THIS

Altre opere

 | How Things Dream: Morpheus, OMA Ad 03 (2017) How Things Dream: Morpheus, Landscape Ad 01 (2017)

How Things Dream: Morpheus, OMA Ad 03 (2017) How Things Dream: Morpheus, Landscape Ad 01 (2017)
fotografia digitale - stampa a getto d’inchiostro, canson rag photographique 210 gr. canson rag photographique 210 gr. - plexiglass
196x100 cm

 | How Things Dream: Communication, Domotics (2016)

How Things Dream: Communication, Domotics (2016)
fotografia digitale - stampa diretta uv, alluminio spazzolato - dibond
120x85 cm

 | How Things Dream: Communication, Security (2016)

How Things Dream: Communication, Security (2016)
fotografia digitale - stampa diretta uv, alluminio spazzolato - dibond
120x85 cm

Descrizione Opera / Biografia


How Things Dream è un progetto a lungo termine che immagina ed esplora le conseguenze del sempre più complesso rapporto tra tecnologia, libero mercato e nuove forme di controllo, attraverso la brand identity e le strategie di comunicazione di un’immaginaria tech corporate: AURA.
Adottando strategie di appropriazione e manipolazione della retorica e dei meccanismi propri del linguaggio pubblicitario, How Things Dream presenta Aura come una potente corporate transnazionale capace di toccare qualsiasi aspetto del nostro quotidiano. Individuando pattern di comportamento per mezzo di Big Data analysis e applicazioni IoT, Aura è infatti in grado di implementare servizi essenziali in aree come domotica, salute, sicurezza, educazione e governance.
Combinando specifici aspetti propri dell’estetica corporate con riferimenti culturalmente più eterogenei, le campagne pubblicitarie di Aura funzionano come lenti attraverso cui osservare un possibile domani. Un mondo post-democratico caratterizzato dall’assoluta imposizione di un regime globale e corporate-centrico; un mondo in cui sorveglianza e controllo sono accettate ed integrate nella progressiva commodificazione del quotidiano.
Uno degli aspetti principali di How Things Dream riguarda infine le modalità di diffusione delle campagne di AURA. Nello specifico, slogan ed immagini sono spesso inserite nel flusso quotidiano di informazioni attraverso magazines, pubblicità outdoor e performances. Obbiettivo è quello di generare una tensione tra forma, contenuto e aspettativa da parte del fruitore così da attivare una più profonda e spontanea risposta all’ideologia che Aura rappresenta e alle modalità attraverso cui questa viene veicolata.
DESCRIZIONE OPERA IN CONCORSO: Gli schermi trasmettono pubblicità di Aura promuovendo sia il brand stesso che Morpheus, un’immaginaria tecnologia in via di sviluppo capace di visualizzare i sogni degli utenti. Attraverso un’attenta riflessione sulla costruzione dei messaggi e sul modo in cui questi sono veicolati, il progetto punta a riflettere sulle nozioni di potere, sottomissione e consapevolezza nei processi di comunicazione all’interno del regime capitalista in cui oggi viviamo.
https://discipulaeditions.com/project/things-dream-communication/
BIOGRAFIA:
Discipula è un collettivo operativo nel campo della ricerca visiva contemporanea fondato da MFG Paltrinieri, Mirko Smerdel e Tommaso Tanini nel 2013.
Attraverso l’intreccio di diverse pratiche - progetti espositivi ed editoriali, performances, lectures e workshops - Discipula esplora il ruolo e il significato delle immagini nel contesto mediatico contemporaneo. Il lavoro del collettivo guarda alle immagini come strumenti di controllo nella coscienza politica ed economica e ne indaga il potere percettivo che agisce sullo spettatore. I loro progetti invitano a riconsiderare il valore delle immagini e a riconoscere i significati che si nascondo dietro l’ideologia della comunicazione.
Dal 2013 ad oggi Discipula ha esposto in numerose mostre personali e collettive in Italia e all’estero tra cui Centre Photographie Geneva, Krakow Photomonth, Unseen Photo Fair - Amsterdam, Photo 50 - London Art Fair, Matildenhöhe Darmstadt, FORMAT Festival - Derby, Kunsthalle Budapest, Tokyo Institute of Photography.
Discipula ha inoltre ricevuto premi nazionali ( Premio Level 0 ArtVerona 2017, Premio Fabbri 2016, Premio Pesaresi 2014) ed internazionali (Les Rencontres d’Arles, Author Book Award 2015).
MOSTRE PERSONALI
2017 H. said he loved us – Istituto Italiano di Cultura, Belgrade, Serbia
2015 Stream Control Resistance – MLZ Art Dep Gallery, Trieste, Italy
2015 H. said he loved us – Format Festival, Derby, UK
2015 The Looking Game – Format Festival, Derby, UK
2015 H. said he loved us – Spazio Labò, Bologna, Italy
2015 H. said he loved us – Sifest, Savignano Sul Rubicone (FC), Italy
2014 H. said he loved us – Kunsthalle Mélycsarnok, Budapest, Hungary
2014 The Looking Game – Jarach Gallery, Venice, Italy
2013 The Looking Game – RED Gallery, London, UK
MOSTRE COLLETTIVE
2017 Situation, Fotomuseum Winterthur, Winterthur, Switzerland
2017 Neoglobalidad, Centre Photographie Genève, Switzerland
2017 No Fly Zone #2, Ncontemporary Gallery, Milan, Italy
2017 POIUYT. Point Zero, MLZ Art Dep Gallery, Trieste, Italy
2016 A Fictional Narrative Turn, JimeiXArles, Xiamen, China
2016 Good Night and Good Luck, A plus A Gallery, Venice, Italy
2016 Teatrum Botanicum, PAV, Turin, Italy
2016 Niche Display, Unseen Photo Festival, Amsterdam, the Netherlands
2016 Imagineering-(Re)activating the Photographic, Krakow Photomonth, Krakow, Poland 2016 Tage der Fotogra e, Darmstadt, Germany
2016 What’s this book? – Belgrade Photo Month, Belgrade, Serbia
2016 Photolia Festival, Reggio Calabria, Italy
2016 Dedans – Galleria Ricci, Carrara, Italy
2016 Photo50 – Feminine Masculine, London Art Fair, London, UK
2015 NIDA International Art Photography Symposium, Nida, Lithuania
2015 Boundaries / Organ Vida Festival – Galerija Klovi evi Dvori, Zagreb, Croatia
2015 ArTS, Piazza dell’arte pubblica, Trieste, Italy
2014 Truths, Facts, Fictions, Lies – PhotoIreland, Dublin, IE
2014 The Italian Photobook – Sifest, Savignano Sul Rubicone (FC), Italy
2014 Photobookshow – Tokyo Institute of Photography, Tokyo, Japan
2013 Dall’archivio al libro – Sifest, Savignano Sul Rubicone (FC), Italy
PROGETTI COMMISSIONATI
2017 STRATA – Flâneur/Format Festival, Derby, UK
PREMI E RICONOSCIMENTI
2017 Level 0 – ArtVerona
2016 Premio Fondazione Francesco Fabbri per le Arti Contemporanee 2015 Le Prix du Livre de Les Rencontres d’Arles, Author Book Award
2015 Premio Marco Bastianelli for the best Italian self published photobook 2014 Premio Marco Pesaresi per la fotogra a contemporanea
COLLEZIONI
Fondazione Francesco Fabbri per le Arti Contemporanee Library of MoMA – Museum of Modern Art, NY