OPERA IN CONCORSO | Sezione Scultura/Installazione

 | about bees

about bees
mista, allunimio a specchio - porzione di favo d’api - miele - colorante alimentare - chiodo
23,5cm x 41,5cm

Elisabetta Onorati

nato/a a CAGLIARI
residenza di lavoro/studio: CAGLIARI, ITALIA


iscritto/a dal 30 mag 2020

https://www.facebook.com/elisabettaonoratiaughrim/ instagram


visualizzazioni: 79

SHARE THIS

Altre opere

 | Hunting trophy

Hunting trophy
mista, alluminio a specchio-ramo di potatura-stoffa
60x90x50 cm

Descrizione Opera / Biografia


Descrizione dell’opera
”About bees” fa parte di un progetto dedicato alla terra. L’uomo sta sperimentando ciò che significa il crollo della sua convinzione di onnipotenza. La Natura ha subìto e subisce la sua follia. Incapace di guardare verso l’altro e verso l’alto, rischierebbe la scoperta d’essere parte di tutto, cellula insieme a miliardi di altre cellule. Guarda la Terra dallo Spazio non come parte di essa ma come uno stolto padrone. Le immagini lo commuovono e lo stupiscono, ma sono emozioni vacue di un istante. Allontanatosi dalla Natura, avvolto nel cemento, lentamente il suo spirito si è atrofizzato e l’aridità lo ha reso incapace di amare se stesso e la vita che lo circonda. Apparentemente senza consapevolezza cammina verso il baratro. Con il pensiero annebbiato da una avidità corrosiva sembra non curarsi delle conseguenze. L’emblema di questa follia sono le api, custodi di vita, messe in croce. Lo specchio alla base del favo riflette l’uomo vittima di se stesso.
Biografia
Elisabetta Onorati è nata nel 1967 a Cagliari, città in cui vive. Il suo percorso artistico è iniziato in età adulta da autodidatta. Artista poliedrica ama sperimentare l’utilizzo di vari materiali. Con le sue mani crea continue narrazioni. Al mondo dell’infanzia ha dedicato i suoi cavallini su canna dedicati alla Sartiglia di Oristano, gioco equestre ricco di sogno ereditato per generazioni che rischia di scomparire. Il recupero dell’artista riporta in vita un pezzo della cultura ricca di inventiva. Negli ultimi anni il suo studio è rivolto alle capacità comunicative dei metalli nello specifico l’alluminio, nel quale ha trovato un mezzo comunicativo in cui riesce ad esprimere le sfaccettature del suo percorso artistico. L’originalità delle sue opere spazia da un linguaggio dalle simbologie chiare, l’artista vuole comunicare a tutti attraverso la sua vena creativa, ad un linguaggio più concettuale. Le peculiarità dell’alluminio che utilizza danno la possibilità di specchiarsi, per ritrovare se stessi. La sua sensibilità artistica la porta a toccare temi di riflessione sull’esistenza e sulla Natura in tutti i loro aspetti. Sperimentando tecniche diverse, lavora il metallo con commistioni di altri materiali che conferiscono nel contrasto una armoniosa convivenza.
MOSTRE
Agosto 2018 collettiva Paratissima Cagliari “Oltre L’Isola”
Maggio 2018 collettiva internazionale ‘Like a Mirror- Reflections about aluminum’ – Cagliari
Ottobre 2017 collettiva dei tredici finalisti Premio Internazionale COMEL ‘Sinuosità dell’Alluminio’ – Latina
Luglio 2017 collettiva Paratissima Cagliari ‘Impression’
Febbraio 2017 personale ‘beyond ’ – Cagliari
Marzo 2016 collettiva ‘In Arte Donna’ – Selargius (CA)
Luglio 2013 collettiva ‘Quando l’Idea Incontra il gesto’ presso bookshop – Cagliari