OPERA IN CONCORSO | Sezione Pittura

 | St_GEORGE & the CORONA_DRAGON

St_GEORGE & the CORONA_DRAGON
mista: pittura e collage, acrilico e pennarello indelebile, compensato marino e cartone vegetale
60 x 90 cm

ALE_F

nato/a a Segrate (MI)
residenza di lavoro/studio: Verderio, ITALIA


iscritto/a dal 30 mag 2020


Under 35

http://ale-francescatti.jimdo.com


visualizzazioni: 380

SHARE THIS

Descrizione Opera / Biografia


San Giorgio combatte il Corona-Drago. Celebra la battaglia fra il personale sanitario e il Covid-19. Medici e infermieri in antica armatura, con la lancia di legno, contro le fiamme e la pelle corazzata del Drago.
Mi chiamo Alessandro, mi sono laureato in Pittura ed arti visive a Milano, primo livello alla NABA e specialistica all’Accademia di Brera. Il tema ricorrente per me è la natura, in particolare gli animali, una passione che mi porto dentro fin da bambino: uno dei miei primi disegni, realizzato all’asilo, è stato il mio cane Miki in giardino. Quello che vorrei è trasferire le mie sensazioni e le mie impressioni, far sentire alle persone ciò che sento, e condividere con gli altri le mie passioni. Utilizzo le tecniche ed i materiali che ritengo appropriate per la situazione ed il soggetto.
Uso il disegno e la pittura ovviamente, ma anche la scultura e il video, e spesso cerco altri modi, altre tecniche per esprimere ciò che ho dentro: come il collage, che per me è disegno e pittura insieme, ed ho esplorato materiali alternativi e vecchi metodi espressivi, come il cucito e la rete metallica.
Ho fatto alcune composizioni usando delle corna di animali (da me realizzate, in creta) perché si può disegnare con qualsiasi cosa. Per me la ricerca della tonalità giusta è molto importante, provo e riprovo le sfumature dei colori, fino a quando non soddisfano il bisogno del momento.
Alla fine, anche le prove dei colori diventano un’opera nell’opera, ne ho raccolte molte e ogni nuova opera ne produce di nuove.
Spero di potervi trasmettere questo mio amore per la natura, per il colore, per ciò che è bello, perché è la cosa a cui tengo di più.