OPERA IN CONCORSO | Sezione Fotografia

 | Le nuvole

Le nuvole
fine art inkjet print on cotton paper, dibond
50x50 cm

Massimiliano Gatti

nato/a a Voghera (PV)
residenza di lavoro/studio: Pavia, ITALIA


iscritto/a dal 01 apr 2020

http://www.massimilianogatti.com/


visualizzazioni: 242

SHARE THIS

Altre opere

 | Le nuvole #7, #8

Le nuvole #7, #8
fine art inkjet print on cotton paper, dibond
50 x 50 cm

 | Le nuvole #20, #21

Le nuvole #20, #21
fine art inkjet print on cotton paper, dibond
50 x50 cm

 | Le nuvole #1, #2

Le nuvole #1, #2
fine art inkjet print on cotton paper, dibond
50 x 50 cm

Descrizione Opera / Biografia


LE NUVOLE
le nuvole è un progetto fotografico che parte da una riflessione sul rapporto con la memoria storica e sul presente, sui moderni sistemi di diffusione dei contenuti video sulla piattaforma youtube.
Ho preso delle foto che avevo scattato anni fa a Palmira, il sito archeologico siriano che è stato gravemente danneggiato durante l’occupazione dell’esercito dello Stato Islamico degli ultimi anni e dei frame dei video di propaganda dell’ISIS in cui si documenta la distruzione dei siti archeologici.
Da un lato, ci sono immagini classiche di fotografia archeologica in cui si vede l’imponenza delle strutture architettoniche dell’antica città di Palmira. Dall’altro, invece, immagini che sembrano, volutamente, delle nuvole, nembi leggeri, ma che, in realtà, sono colonne di fumo che si alzano dopo l’esplosione di siti archeologici o monumenti che ISIS prende di mira in quanto simboli di una cultura pagana o lontana dai dettami della loro filosofia.
Le Nuvole è il titolo di una commedia di Aristofane in cui le Nuvole, appunto, sono eteree e impalpabili divinità che il drammaturgo greco associa alla leggerezza del pensiero delle nuove correnti filosofiche.
Con lo stesso atteggiamento, accosto immagini di colonne e imponenti strutture architettoniche alla leggerezza delle nuvole di polvere che si alzano dopo la distruzione di un monumento. Sotteso, c’è anche un ragionamento sulla percezione di queste immagini, nell’era digitale e social che stiamo vivendo: con i nostri apparati e devices possiamo accedere, in qualunque momento e in qualunque posizione, ai video che ISIS pubblica su youtube. Esiste un’ingente filiera dello stato islamico che produce video di propaganda e che pubblica liberamente sui canali youtube aggirando i filtri e i blocchi di sicurezza del sistema.
Queste sono le mie Nuvole, una forma di pensiero pericolosa, violenta e nichilista, ma di facile e libero accesso, che nega la storia, la memoria, il passato e le radici della nostra cultura tutta.
BIO
Massimiliano Gatti si laurea in Farmacia e si diploma in Fotografia al Cfp R. Bauer di Milano, da diverso tempo porta avanti la sua ricerca artistica sul territorio medio orientale. Fotografo al seguito di missioni archeologiche in Medio Oriente (dal 2008 al 2011 a Qatna, Siria e dal 2012 nel progetto PARTeN nel Kurdistan iracheno) ha modo di vivere e approfondire la conoscenza di quelle terre ricche di Storia e di storie. Con un approccio documentaristico, ma lontano dal reportage, la sua ricerca spazia dall’esplorazione del passato, dei resti e delle rovine degli antichi, fino all’osservazione della poliedrica realtà contemporanea, suggerendo la propria riflessione personale.
Le sue opere fanno parte di collezioni private e pubbliche tra cui: Fondazione Fotografia (Modena), Galleria Civica (Modena), Collezione BNL, California Museum of Photography (Riverside, USA), Musei Civici (Monza), Musei Civici (Pavia), Stills Scotland’s Centre for Photography, Edinburgh (Scozia), Italian Embassy in Washington DC (USA), Columbia University, New York (USA).
Dal 2013 fa parte, come fotografo di scavo, del Progetto Archeologico Regionale Terra di Ninive (PARTEN), una ricerca interdisciplinare condotta dall’Università di Udine nel Kurdistan iracheno. Vive e lavora tra l’Italia e il Medio Oriente.