OPERA IN CONCORSO | Sezione Pittura

 | Trionfo della Morte

Trionfo della Morte
olio e acrillico su tavola, tavole di legno + cerniere e viti
72x50,5x1,5 cm

Massimo Dall_Osso

nato/a a Poltava (Ucraina)
residenza di lavoro/studio: Ponzano Veneto, ITALIA


iscritto/a dal 27 apr 2021


Under 35


visualizzazioni: 291

SHARE THIS

Descrizione Opera / Biografia


In tutti i periodi della storia l’arte si adattata ed è mutata in base ai cambiamenti sociali-culturali e politici dell’epoca. Nonostante questi cambiamenti gli artisti, sin dagli albori della storia, hanno recuperato e riadattato figure ed immagini archetipe in un ciclo di rinnovamento perpetuo, riuscendo contemporaneamente anche a preservarle.
Un esempio ci deriva dall’arte Cristiana la quale è alla base della nostra cultura artistica e che permise in antichità la sopravvivenza dell’arte pagana, introducendola all’interno del proprio Pantheon mitologico, preservandola nel tempo. Come l’arte Cristiana adottò i modelli pagani per raffigurare le proprie icone, anche l’arte successiva ad essa come il Neoclassicismo e il Romanticismo, presero ispirazione dai modelli artistici precedenti, riabilitandoli e immettendo nuovi significati.
I miti classici sono sopravvissuti alle epoche e si sono adattati alla narrazione contemporanea, come suggerisce Umberto Eco, basta pensare al mito di Superman, un semidio/alieno giunto dallo spazio/cielo per proteggerci ed aiutarci nelle fatiche della modernità. Un supereroe che rimanda moltissimo alle figure eroiche/semidio della narrazione Greca. Il fumetto non trae ispirazione solo dalle figure mitologiche del Pantheon Greco per i propri personaggi, ma condivide il linguaggio della narrativa sequenziale per immagini, che è alla base della sua struttura con l’arte Gotica. Il recupero e lo studio dell’arte passata ci permette di trovare nuovi spunti per raccontare anche il contemporaneo e la quotidianità, pensiamo al solo mondo del cinema che attinge a piene mani per le sue tematiche e storie dalle tragedie Greche, dai Poemi epici medievali, oppure
dalle commedie teatrali.
E’ in questo percorso di recupero e riadattamento che si inserisce questo lavoro, le immagini raffigurate non sono solo una reinterpretazione estetica in chiave contemporanea di vecchie storie ormai sbiadite, ma sono il frutto di riflessioni sulle problematiche della quotidianità. Ogni soggetto fa capo ad un particolare momento o ad uno stato d’animo delle esperienze che ricevo e vivo ogni giorno. I soggetti che scelgo di raffigurare non partono da un presupposto puramente casuale, ma da quello che il soggetto rappresenta metaforicamente al quale metto in contrapposizione e in dialogo il mio vissuto. Raffigurando queste immagini cerco di dissipare i dubbi, paure ed incertezze per capire e riflettere su come affrontare i vissuti legati alla mia quotidianità.