OPERA IN CONCORSO | Sezione Pittura

 | io, lo spazio, lei

io, lo spazio, lei
pittura acrilica, tela
95 x 145 cm

Jimmy Milani

nato/a a Savigliano
residenza di lavoro/studio: San Miniato, ITALIA


iscritto/a dal 30 apr 2021


Under 35

https://www.instagram.com/jimmy_milani/


visualizzazioni: 1140

SHARE THIS

Altre opere

 | My heart is bursting with love for him and My heart is bursting with love for her

My heart is bursting with love for him and My heart is bursting with love for her
pittura acrilica e taglio a fresa, forex e tela
130 x 130 cm (tela) 30 x 40 cm l’una

 | Le Teknival

Le Teknival
pittura acrilica, tela
155 x 230 cm

 | la conquista dello spazio

la conquista dello spazio
pittura acrilica, tela
205 x 135 cm

Descrizione Opera / Biografia


statement:
Il lavoro di Jimmy Milani è caratterizzato da una collisione continua con le problematicità della progettazione, dove razionalità e sentimento si scontrano: un’oscillazione costante tra un’ipotesi progettuale obiettiva e un sentire intuitivo dovuto all’imperterrita necessità di voler bloccare le immagini e le idee percepite.
Contemporaneamente l’artista porta avanti un profondo dialogo con la storia dell’arte cercando di allontanarsi da quel sentimento nostalgico che sembra all’apparenza pervadere nella pittura, andando così in contrasto e allo stesso tempo incontro alla natura del mezzo pittorico e della lunga storia intrinseca evocata da esso.
Il lavoro si sviluppa attorno ad un gioco.
Narrazioni e soggetti iconici cercano di mescolarsi fra loro su una superficie bidimensionale costituita da curve, angoli e spigoli senza sfumature. Le regole vengono sfruttate per lo sviluppo di progetti riguardanti la dimensione dell’immagine che la pittura ha nel DNA e non solo ciò che essa rappresenta.
La volontà è quella di allontanarsi dalla sola idea di contemplazione ricercando un’intersezione tra significato specifico e volontà di approfondire un’analisi delle superfici, delle profondità e delle cromie, sviluppando come risultato una temperata distorsione del pensiero, reale, spaziale o onirico che sia.
Bio:
Jimmy Milani nasce nel 1995 a Savigliano (CN), vive e lavora fra San Miniato (PI) e Milano dove si è laureato in arti visive indirizzo pittura all’Accademia di Belle Arti di Brera.
Tra le mostre e le residenze principali ricordiamo: Salon Palermo, Rizzuto Gallery, Palermo(2021), con testo critico di Antonio Grulli; Primary Domain, Ordet, Milano(2021), a cura di Edoardo Bonaspetti e Stefano Cernuschi; The Wall Project No.10, Art Noble, Milano(2021), a cura di Alessia Romano e Federico Montagna; Look Lock, Palazzo Hercolani, Bologna (2021), a cura di Chiara Alice Guidi; ENTR~ACTE, Renata Fabbri, Milano(2021), con testo critico di Chiara Alice Guidi; Degree show, Palazzo Monti, Brescia(2020), a cura di Edoardo Monti; (Very) Young Italians, AUCART(2020), a cura di Edoardo Monti; Gli impermeabili, per cabinet da OwO space, Milano(2020), a cura di Maria Chiara Valacchi; Noccioline#8, per Yellow, Tortoreto, Abruzzo(2020), a cura di Davide Serpetti; luna piena, Residenza la fornace, Milano(2020), a cura di Edoardo Manzoni e Giada Olivotto; the wall project #9, Artoday_project, Milano(2020) a cura di Alessia Romano e Federico Montagna; In the spirit of being with, Cripta747, Torino(2020), a cura di Lisa Andreani e Sonia D’Alto; “Pelle d’oca”, Villa Vertua Masolo, Nova Milanese(2019), a cura di Simona Squadrito e Lisa Andreani; Simposio di pittura, Fondazione Lac o le Mon, San Cesario, Lecce(2019), a cura di Luigi Presicce; Passion for the Path of Art Cardi gallery, Milano(2019), a cura di Ilaria Bnacossa; NOI X SEMPRE, Yellow, Varese(2019), con testo critico di Simone Ciglia;
AMARETTO, Villa Vertua masolo, Nova Milanese(2019), Organizzata da Giacomo Montanelli; Incontro #14-The Call to Adventure, Fondazione Pini, Milano(2018), a cura di Leonardo Pellicanò, Gianni Caravaggio e Adrian Paci;