OPERA IN CONCORSO | Sezione Scultura/Installazione

 | Appunti di un pellegrino in cerca di sogni Vol. I

Appunti di un pellegrino in cerca di sogni Vol. I
carta e carta, filo e filo, carta handmade
10x 15 x 60 cm

Giulio Locatelli

nato/a a Bergamo
residenza di lavoro/studio: Bergamo, ITALIA


iscritto/a dal 22 apr 2021


Under 35

https://www.instagram.com/giuliolocatelli.studio/


visualizzazioni: 611

SHARE THIS

Altre opere

 | Il libro delle seppie

Il libro delle seppie
carta handmade, filo, carta handmade, filo
dimensioni variabili

 | Le due torri

Le due torri
carta handmade, filo, carta handmade, filo
dimensioni variabili

 | Rotolo

Rotolo
carta handmade, filo, carta handmade, filo
dimensioni variabili

Descrizione Opera / Biografia


Appunti di un pellegrino in cerca di sogni, 10 x 15 x 60 cm, carta e carta, filo e filo, 2020
L’accumulo, il deposito, il sedimento caratterizzano parte della mia ricerca artistica.
La carta ed il filo concretizzano la riflessione sull’accumulo. Tale ragionamento ha preso vita a partire dal termine giapponese “tsundoku”, il quale indica l’abitudine di acquisire libri e di lasciarli sullo scaffale senza mai leggerli, situazione che spesso ci si trova a vivere.
Un insieme di pagine, una raccolta di vicende, di episodi, di esperienze, di relazioni intrecciate e coltivate.
Un accumulo di fogli carichi di segni, graffi, idee, legati e rilegati tra di loro danno corpo agli appunti di un pellegrino in cerca di sogni
Fiocchi di carta sovrapposti, impilati, accatastati, appoggiati li uni sugli altri che come neve danno forma e si danno forma.
Cuciture ritmiche, costanti, reticolate o improvvise, iscritte da altri su di me o infilate da me come umane e sentite ferite.
Storie, affetti, alleanze, che ho dovuto difendere da chi imponeva lacerazioni, strappi.
Le discordie, le divergenze staccano i fili, rompono i legami, sciolgono gli intrecci in nome di un qualcosa di perfetto, superiore e addirittura forse di migliore.
Segni indelebili scalfiti nella carta, cuciture umane, vere, libere e lontane da quelle imposte e condizionate da chi non vuole tessere la vita ma prevaricarla.
Ho tentato di ribellarmi ma come tanti ho apparentemente perso.
Ho finito di cucire, ma so di non aver cucito invano.
Appunti di un pellegrino in cerca di sogni valica il limite del libro come oggetto consultabile e sfogliabile, presentandosi come un corpus unico, come un’antologia di fatti, una raccolta di appunti, di storie, di favole, di fiabe, di avventure che ci conducono all’interno di un viaggio sognato, desiderato.
Un viaggio senza meta, con lo sguardo volto all’orizzonte verso la scoperta di un qualcosa che si può soltanto immaginare e sfiorare.
Un volume in grado di legarci, portarci oltre i confini fisici ed immaginari, permettendoci di perderci e ritrovarci.
Un libro che ci tiene compagnia, in un tempo in cui l’odore della carta è solo un miraggio, in cui la calda grana della carta è sostituita da un freddo e secco “touch”.
BIO
Giulio Locatelli (Bergamo 1993)
Nel 2015 consegue il diploma di primo livello in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano. Nel 2017 ottiene il diploma di secondo livello in Pittura presso la medesima Accademia.
Il filo e la carta rappresentano gli elementi primi della sua ricerca artistica, sia in qualità di strumento di analisi e riflessione, sia come materiali finali per la concretizzazione delle idee della mente che altrimenti “prenderebbero freddo “.
Nel 2020 partecipa a diversi premi e mostre collettive, si ricordano Think BIG! a cura di Francesca Canfora, Torino, MINIARTEXTIL a cura della Fondazione Sponga, Como, Estroversioni a cura di Ghiggini Arte, Varese, il Premio ARTE LAGUNA, Premio NOCIVELLI a cura di Ilaria Mariotti,
Partecipa come finalista a diversi Premi, si ricordano, PREMIO COMBAT, PREMIO ARTE LAGUNA, Premio YICCA a cura dell’Associazione RIVOLI 2.
Partecipa inoltre a diverse residenze artistiche, nel 2015 SFaSE a cura di Elena d’Angelo, nel 2017 SYNCHRONICITY in Cina, nel 2018 MICHELANGELO RELOAD a Pietrasanta a cura di A. Romanini, nel 2020 a ROTONDELLA “ People and Landscape “ a cura della Fondazione Matera per la cultura”, nel Novembre 2020 presso Masseria Cultura.
Nel 2018 la Galleria Ghiggini Arte gli organizza una mostra personale.