OPERA IN CONCORSO | Sezione Disegno

 | Presenze 10

Presenze 10
acquaforte, acquatinta, puntasecca, zinco
25x49cm

Federico Tosi

nato/a a Parma
residenza di lavoro/studio: Bologna, ITALIA


iscritto/a dal 30 apr 2021


Under 35


visualizzazioni: 356

SHARE THIS

Altre opere

 | ”Presenze”

”Presenze”
acquaforte,acquatinta, puntasecca, zinco
9x6cm

 | ”Presenze 6”

”Presenze 6”
acquaforte, acquatinta, puntasecca, zinco
11x38

 | ”Presenze 7”

”Presenze 7”
acquaforte, acquatinta, puntasecca, zinco
30x50

Descrizione Opera / Biografia


L’opera fa parte della serie ”Presenze”. Il soggetto principale è il segno, vissuto non solo come traccia o come mezzo per la costruzione di un immagine ma come un vero e proprio elemento, considerandolo nella sua realtà formale portatrice di ricordi ed emozioni. I segni prodotti sono frutto di un moto interno, di un impulso che porta con se le sensazioni e gli stati d’animo di un dato momento. Al loro interno, in un gesto che lega la mente alla mano stanno racchiusi i ricordi, la memoria e l’esperienza che mi ha reso ciò che sono. Dargli forma consiste per me nel visualizzare parte del vissuto. E’ così che il segno si trasforma in una traccia, testimonia il passaggio del tempo e della dimensione spaziale. L’intento è quello di concretizzare queste tracce, sottoponendole come fossero oggetti reali ai cambiamenti generati da luce e ombra, è cos che il segno entra a far parte dello spazio. La luce lo colpisce, ne modella la struttura portandone in superficie i dettagli, ne proietta l’ombra percepita come entità intangibile che conferisce materialità all’immateriale.Il risultato è un istantanea dell’inconscio nata dalla spontaneità e dalla freschezza del momento.
Bio
Parma, 1990, attualmente vive e lavora a Bologna. Laureato in Grafica d’Arte presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna. Nel 2019 vince la borsa di studio ”Maria Luigia Guiaita” presso la Fondazione Il Bisonte di Firenze. Co-fondatore dello spazio espositivo Sottosuolo (2018) e del laboratorio artistico Soqquadro (2021). Negli ultimi anni prende parte a diverse esposizioni collettive come La Biennale di Acqui Terme (finalista), Premio Incisione Gorlago (segnalato), Premio Incisori Italiani (segnalato). Nel 2017 vince il Premio Carnello Carte ad Arte e nel 2019 è vincitore della Biennale di Incisione Città di Monsummano Terme.