OPERA IN CONCORSO | Sezione Pittura

 | Reflex narcissism

Reflex narcissism
olio su tela, tela
61 x 61 cm

Alessio Pistilli

nato/a a Velletri
residenza di lavoro/studio: Cori, ITALIA


iscritto/a dal 12 mar 2021

http://www.alessiopistilli.it


visualizzazioni: 842

SHARE THIS

Altre opere

 | Virtual Soldier

Virtual Soldier
olio su tela, tela
80 x 60 cm

 | Dama with iPad

Dama with iPad
olio su tela, tela
61 x 61 cm

 | Dissonance Logic

Dissonance Logic
olio su tela, tela
61 x 61 cm

Descrizione Opera / Biografia


Reflex narcissism
Di solito, l’atteggiamento che tende ad esaurire la personalità nell’esclusiva considerazione ed esaltazione di se stesso ha bisogno degli occhi per essere rappresentato al meglio. Reflex narcissism vuole rappresentare la certezza, la fiducia verso una tecnologia che aiuta ed esalta il proprio essere nel mondo attraverso una tranquillità ostentata e confidente. La sicurezza che il destino è nelle proprie mani!
Bio
Nasce a Velletri (RM). Si diploma presso il “Liceo Artistico Statale” di Latina e si laurea in Scienze Storico-Artistiche presso l’Università “La Sapienza” di Roma. Pittore e scultore figurativo moderno, predilige in pittura le tecniche ad olio. La sua espressione artistica conserva l’insegnamento dei maestri del passato da Leonardo Da Vinci a Monet, da Picasso a Warhol, da Modigliani a De Chirico a Rotella, ma è decisamente contestualizzata nella vita quotidiana di chi fa arte per provocare! Una provocazione che non vuole affatto insegnare, ma solo far riflettere, lasciando al pubblico la libertà di scelta. Durante gli anni, ha partecipato a varie mostre collettive tra cui nel 2009 a Roma, “Dal Figurativo all’Astratto” a cura di Sabrina Cavalletti con artisti affermati quali Piero Dorazio, Mimmo Rotella, Antonio Corpora, Ennio Calabria, Pino Pascali, Sante Monachesi. Nel 2010 organizza la sua personale presso la Residenza d’epoca “San Pietro sopra le acque” a Massa Martana (PG). Nel 2011 la sua personale “En to Pan” continua in diversi locali della provincia pontina. Nel 2012 a Roma nella “Galleria Coronari 111”, la mostra collettiva d’arte contemporanea “Lievito” a Latina. E poi ancora la partecipazione a mostre collettive fino ad esporre in Inghilterra. In terra inglese le sue opere di scultura partecipano all’interno del Olympia Pavilion in occasione dell’Exhibition “100% Design”. Qui farà poi parte del Windsor Art Group con cui parteciperà a molte mostre collettive in tutta la regione del Berkshire. Nel maggio del 2018 la Castle Fine Art di Windsor espone il suo “Ritratto di Meghan and Harry’ durante il matrimonio dei reali, evento visto in tutto il mondo. A novembre dello stesso anno viene selezionato per partecipare alla “Contemporary Art Fair” di Windsor con 10 tele dedicate ancora al concetto di “En To Pan”.
Nel 2020 vince il Premio Speciale al concorso Arts in Rome ed è finalista al Premio Mestre di pittura e all’International ArtKeys prize. Attualmente lavora su un nuovo concetto che si rivela il proseguo di En To Pan: “iRenaissance”. Quest’ultimo rappresenta una sfida e un lavoro ambizioso perchè incentra la propria poetica su una semplice domanda: “Che cosa sarebbe successo se nel Rinascimento ci fosse stata la nostra moderna tecnologia?”. Da qui l’artista sviluppa un lavoro che dalla fotografia passa alla pittura e alla scultura, per arrivare a toccare anche musica e video, rappresentando attraverso lo stile figurativo tipico dell’arte rinascimentale, personaggi dell’epoca che dialogano con iPhone, iPad etc. La scelta dei prodotti Apple non è casuale: il concetto di “bellezza” è il fulcro che lega il Rinascimento ad un brand che ha fatto la sua fortuna sull’aspetto estetico del proprio prodotto. iRenaissance vuole farci riflettere sulle potenzialità che la tecnologia ha e può avere, se utilizzata con un certo criterio. “La tecnologia non è un nemico da combattere ma un mezzo per poter migliorare la nostra vita!”