Premio Combat Prize

Paolo Remondini - Premio Combat Prize

OPERA IN CONCORSO | Sezione Pittura

 | Senza Titolo

Senza Titolo
acrilico, tela
40x40

Paolo Remondini

nato/a a Massa Lombarda (RA)
residenza di lavoro/studio: Massa Lombarda (RA), ITALIA


iscritto/a dal 15 dic 2016

http://www.paoloremondini.com/default.asp


visualizzazioni: 1090

SHARE THIS

Altre opere

 | Senza Titolo

Senza Titolo
acrilico, tela
40x40

 | Senza Titolo

Senza Titolo
acrilico, tela
40x40

 | Senza Titolo

Senza Titolo
acrilico, tela
40x40

Descrizione Opera / Biografia


Paolo Remondini è nato a Massa Lombarda, nel Ravennate, dove vive e dipinge. Si è diplomato al Liceo Artistico di Ravenna e quindi si è laureato alla Facoltà di Architettura dell’Università di Firenze. Ha partecipato ad alcune mostre ottenendo un buon successo. Oggetti d’uso quotidiano o semplici suppellettili, che evocano posture umane, qui diventano protagonisti della pittura e sembrano volersi far ritrarre dentro una ”natura silente”, affiorando quali presenze allusive o profili di luce dall’aspetto monocromo e vibrante. Come silhouette allineate, in ampie campiture di cromie a tinta unita (rosse, blu, viola, gialle, verdi, nere) questi vasi, brocche, bottiglie o bicchieri espongono le loro forme con pulsante vitalità, simili ad apparizioni metafisiche che recitano su un palcoscenico improvvisato. Appaiono anche con vita autonoma, queste sagome astratte, iscritte in figure geometriche di puro colore e rese da Paolo Remondini simili a soggetti concettuali che, stagliandosi su sfondi magicamente sospesi, nell’attestare la propria identità, raccontano il silenzio degli esseri umani.
I giochi ”optical” di Paolo Remondini
Architetto e designer Paolo Remondini ha esposto le sue ultime opere nella mostra ”Still life” alla Jelmoni Studio Gallery. Con il suo stile raffinatissimo l’artista propone una bella serie di nature morte, composizioni di bicchieri e bottiglie, create giocando con le forme ed i colori. Remondini, infatti, ricerca contenitori retrò, ne ritrae la silhouette, poi, ripartisce la loro area in due abbinando colori contrastanti, facendoli dialogare con quelli delle altre figure presenti nell’opera e creando un gradevole effetto optical. Non sono opere di semplice realizzazione le sue: sono caratterizzate da buon gusto negli abbinamenti cromatici e nella ricerca delle forme; poi da una grande precisione nella realizzazione che permette che siano leggere, sospese, sognanti.
Giovanna Ravazzola