Premio Combat Prize

Leardo Sciacoviello - Premio Combat Prize

OPERA IN CONCORSO | Sezione Scultura/Installazione

 | Maledetto Nuvolari

Maledetto Nuvolari
gomma siliconica, poliuretano espanso, pittura ad olio,
90x50x10 cm

Leardo Sciacoviello

nato/a a
residenza di lavoro/studio: Torino, ITALIA


iscritto/a dal 16 apr 2018

http://www.leardosciacoviello.com


visualizzazioni: 319

SHARE THIS

Altre opere

 | Maledetto Nuvolari

Maledetto Nuvolari
gomma siliconica, poliuretano espanso, pittura ad olio,
90x50x10 cm

 | Il pranzo è servito (particolare)

Il pranzo è servito (particolare)
bronzo, stoffa, ferro,
150x100x100

 | Mondo Cane (particolare)

Mondo Cane (particolare)
ceramica,
100x100x100

Descrizione Opera / Biografia


Descrizione opera:
Maledetto Nuvolari è una tragicomica riflessione sul tema delle morti su strada. Lo sfortunato soggetto altri non è che Mickey Mouse, iconica figura disneyana che ritorna protagonista. Il personaggio di Mickey Mouse, privato del consueto happy ending, diventa una vittima innocente di questa società, schiacciato, come spesso accade nei reali fatti di cronaca.
Biografia:
Nato a Vercelli (VC) nel 1979, vive e lavora a Torino. Dopo una prima formazione in campo pubblicitario e diversi anni trascorsi a lavorare nel mondo della grafica e del disegno, nel 2007 Sciacoviello si iscrive all’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino dove si diploma in scultura nel 2015.
Allievo di Luciano Massari, Fabio Viale e Mario Airò, ha frequentato workshop con diversi artisti tra cui Cesare Pietroiusti, Masbedo, Carretto e Spagna e lavorato a bottega per la Fonderia Artistica De Carli, per Nino Ventura e Michele Guaschino.
Fondamentale nella sua ricerca artistica sono le esperienze all’estero: gli studi all’Accademia di Belle Arti San Carlos di Valencia, il lavoro come assistente presso lo studio dell’artista David Mach nella capitale inglese (2013-2014) e le residenze d’artista a Londra nel 2013 in Loopart e nel 2016 a New York presso Apexart in Manhattan con la NYC Fellowship Program.
Dal 2009 espone in collettive in Italia, Spagna, Gran Bretagna e Francia, mentre al 2016 risale la personale “Relinquere” presso il Centro Espositivo Arti Contemporanee SMS di Pisa. Vincitore del primo premio “Art’Ecò, l’ecologia nel tuo spazio”, Saorgio 81/AR e “Rocco Dicillo”, del secondo premio “World Air Games 2009 medal design competition” e del quarto Premio Nazionale delle Arti PNA per il “Premio Claudio Abbado” sezione scultura. Selezionato per rappresentare nel 2012 l’Accademia Albertina di Belle Arti in ACADEMY PRIDE – Premio Nazionale Delle Arti e nel 2017 in Francia alla Biennale d’Arte Contemporanea di Mulhouse 017.
Sollecitato dai fatti di cronaca, l’artista si interroga sulle problematiche contemporanee e indaga, in particolare, come l’uomo recepisce e assimila notizie e informazioni trasmesse dai media.