Premio Combat Prize

Grazia Badari - Premio Combat Prize

OPERA IN CONCORSO | Sezione Pittura

 | Illusioni

Illusioni
polimaterico: cenere del camino e cenere della stufa ,collanti, tela
120 x 60

Grazia Badari

nato/a a Luzzara
residenza di lavoro/studio: Motteggiana, ITALIA


iscritto/a dal 12 apr 2017

http://www.graziabadari.it


visualizzazioni: 385

SHARE THIS

Altre opere

 | Canne al vento

Canne al vento
polimaterico: cenere,gesso ,oli e collanti, tela
40 x 30

 | I miei argini

I miei argini
polimaterico , cenere ,gesso,colori ad olio e collanti, tela
90 x 90

 | Sentimenti di luoghi

Sentimenti di luoghi
polimaterico: cenere,gesso ,colori ad olio, tela
40 x 40

Descrizione Opera / Biografia


Illusioni
Accogliente come una vecchia strada.
Ti popolano echi e voci nostalgiche.
Io mi sono svegliato e a volte migrano e fuggono
gli uccelli che dormivano nella tua anima.
Pablo Neruda
E’ un’opera nata dalla suggestione dei miei paesaggi padani,osservando e mirando le larghe distese sabbiose delle dune del Fiume Po, creandolacon due tipi di cenere: quella del camino,scura, e quella della stufa,chiara e impalpabile.La stesura unicamente a spatola.
Amo molto questo materiale che è fragile,fragile come l’animo umano, ma contemporaneamente duttile, leggero, e simbolico.
Biografia
Grazia Badari
Nata a Luzzara (R.E.),vive e lavora a Motteggiana (MN), ITALY.
Ha sempre coltivato le sue grandi passioni: il Disegno e la Pittura. Dal 2007 vi si dedica a tempo pieno, cogliendo successi di pubblico e segnalazioni ai vari concorsi a cui ha partecipato.
Dopo aver approfondito la tecnica pittorica, si è avviata all’arte astratta, affinando le sue capacità presso l’ Accademia Cignaroli a Verona e presso l’ Atelier “Settembre 89”, Mantova
Ha completato il suo percorso seguendo corsi guidati per l’arte scultorea e l’incisione con il maestro virgiliano: Carlo Bertolini.
Vive l’arte in tutte le sue manifestazioni, così che il suo estro creativo possa incanalarsi nell’espressione che al momento giudica più congeniale al soggetto. Segue un suo percorso emozionale, tra l’astratto materico, ma supportato dai colori ad olio, e l’astratto/informale, puramente pittorico.Il filo del suo discorso pittorico riguarda quasi unicamente il Viaggio, sia fisico sul Po ,che mentale, sul tema dei miti e delle illusioni.
La sua passione per l’arte la porta ad un’incessante ricerca di nuove tecniche pittoriche, trasferendo sulla tela la materia: gesso, sabbia, cenere ed altri elementi naturali che diventano protagonisti.
Ha esposto nelle principali città italiane: Roma, Torino, Firenze, Genova,Treviso,Verona,Parma, Reggio Emilia, Mantova, nonché a Colonia (Germany), e Parigi: Carrousel, al Louvre.