Premio Combat Prize

Fosco Grisendi - Premio Combat Prize

OPERA IN CONCORSO | Sezione Pittura

 | Confidence #1

Confidence #1
acrilico, tela di juta
50x50

Fosco Grisendi

nato/a a Parma
residenza di lavoro/studio: Montecavolo, ITALIA


iscritto/a dal 05 mag 2018

http://www.csart.it/foscogrisendi


visualizzazioni: 246

SHARE THIS

Altre opere

 | Confidence #3

Confidence #3
acrilico, tela di juta
50x50

 | Confidence #4

Confidence #4
acrilico, tela di juta
40x60

 | Confidence #5

Confidence #5
acrilico, tela di juta
60x40

Descrizione Opera / Biografia


Descrizione Opera:
Confidence #1 è un dipinto misurante 50 x 50 cm, realizzato con acrilico su tela di juta, ed è parte di un’ampia ricerca artistica che l’artista Fosco Grisendi porta avanti dal 2012, che oggi comprende oltre ottanta opere analoghe in termini di materiali e tecnica utilizzati. Da un punto di vista tecnico, l’artista sceglie di utilizzare uno sfondo nero perché esalta le figure e la scelta di colori molto accesi. Lo sfondo in relazione alle figure dipinte è il contesto atemporale nel quale si trovano i soggetti rappresentati, attraverso cui Grisendi analizza i fatti meno coerenti del mondo attuale. In particolare, l’opera in esame fa parte di una serie di dipinti in cui la ricerca dell’artista si è focalizzata sull’intimo rapporto che esiste tra lo sport e l’arte, un rapporto agonistico tra l’artista e l’esistente. Infatti, entrambe le discipline sono legate alla natura profonda e primordiale dell’essere umano, a momenti di tensione come il placcaggio durante una partita di football americano.
Il titolo dell’opera, in questo caso Confidence, come in molti altri della serie ha un ruolo specifico ed è strettamente legato al significato dell’opera, al messaggio che Grisendi vuole trasmettere.
Biografia:
Fosco Grisendi è nato a Parma nel 1976, ma da diversi anni vive e lavora a Reggio Emilia. Nel 2004 si avvicina alla pittura esponendo per la prima volta nel settembre 2007 presso il Centro Qui Qua di Reggio Emilia. Il lavoro di Fosco è concentrato in particolar modo sul racconto di una realtà filtrata attraverso l’iconografia televisiva, pubblicitaria e la grafica. Si tratta di una produzione che colpisce perché da un lato è familiare, dall’altro completamente estranea, come se dovessimo metterla nuovamente a fuoco per comprendere il significato di ciò che riproduce.
Nel 2011 è stato selezionato da Workin’ produzioni musicali di San Cataldo (LE) per la residenza artistica Suoni a sud. È stato inoltre selezionato tra i finalisti di Premio Marina di Ravenna 2012 (Galleria FaroArte, Marina di Ravenna, 2012) e RezArtePremioTricolore (Reggio Emilia, 2014) con mostre presso Km 129 (Reggio Emilia, 2014) e Galleria Rosemarie Bassi (Remagen, Germania, 2014).
È stato segnalato dalla giuria del Premio Combat Prize 2013 e 2014. Ha realizzato l’immagine grafica di À vagg (2012) e Buia luce (2015), dischi del gruppo musicale Baffodoro e la locandina del film Ogni Opera di Confessione.
Ha preso parte a diverse esposizioni personali e collettive, delle quali segnaliamo:
Holding on (Antico Zinelli, Roma, 2017); Sport is discipline (Studio F&C, Milano, 2017, a cura di Giovanna Repossi Spelta); Tutto quadra – Pittura dal 900 a oggi nelle collezioni dei Musei (Musei Civici, Reggio Emilia, 2016-17, a cura di Alessandro Gazzotti); Sidewalks (Musei Civici, Reggio Emilia, 2017, a cura di Alessandro Gazzotti e Chiara Serri); Il segreto dei Giusti (Museo Il Correggio, Correggio Reggio Emilia, 2016, a cura di Margherita Fontanesi); Tensioni, 25 artisti dagli anni ’50 ai giorni nostri (Galleria Bonioni Arte, Reggio Emilia, 2015, a cura di Federico Bonioni); Incontro tra arte e boxe, edizione 2015 (Torre di Porta Gabella, Ripa Teatina, Chieti, 2015, promosso da Marianne Wild Arte Contemporanea UnicA e Comune di Ripa Teatina); Let us drown (Fondo Verri, Lecce, 2014); Fidenza 1979 (Ex convento delle Dame Orsoline, Fidenza, 2014); Neopop.Art (Spazio San Giorgio, Bologna, 2012); Be smart… Buy art! (Spazio San Giorgio, Bologna, 2012); Palazzo Isimbardi, Milano, 2014; Cascina Roma, San Donato Milanese, 2014; Circuiti Dinamici, Milano, 2014-2015.